Scopriamo usi e benefici della serotonina omeopatica

Nella cura di disagi psicologici quali ansia e depressione, medici e pazienti si dividono tra due scuole: la prima è quella dei sostenitori delle benzodiazepine e degli antidepressivi chimici (xanax, valium, prozac…) la seconda invece è quella a favore dell’omeopatia.

Nel caso siate sostenitori della seconda scuola, dovete sapere che di fianco a fiori di bach e valeriana c’è un altro rimedio omeopatico prescritto nei casi di depressione e ansia forte: la serotonina.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

Tutti sapranno che la serotonina è l’ormone responsabile del buon umore, perciò assumerla nel caso di disturbi psicologici dà sicuramente una mano a chi ne ha bisogno: nel caso della serotonina omeopatica inoltre le controindicazioni sono minime, così come gli effetti collaterali.

Per trarre giovamento da questo tipo di cura, bisogna pazientare almeno un mese dall’inizio della terapia che prevede di assumere 30 gocce al dì.

Il quantitativo può essere tranquillamente spezzato: per esempio si possono prendere 20 gocce la mattina e 10 sera o 15 e 15, come più vi aggrada insomma.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 30-10-2015


Quali sono esercizi di kegel per ritardare eiaculazione

Quanto tempo dura ceretta all’uomo