Quali sono fiori di Bach per timidezza

La timidezza è un disagio che può essere tranquillamente trattato con i Fiori di Bach. Vediamo come!

chiudi

Caricamento Player...

I fiori di Bach per la timidezza intervengono su una serie di sintomi emotivi, riportando equilibrio, calma e fiducia sulle proprie capacità. Addio al giudizio del mondo e alla minaccia costante dell’ambiente esterno, la timidezza non è una malattia, ma a lungo andare può causare disagi nei rapporti sociali.

Relazionarsi con persone dell’altro sesso o parlare in pubblico o ancora trovarsi al centro di un gruppo numeroso non saranno più un problema. I fiori di Bach per la timidezza in generale aiutano a superare il disagio provato da chi pensa di non farcela a causa di paure legate alla vita quotidiana o da un’eccessiva riservatezza.

Il primo che vi proponiamo è il Mimulus: impiegato per la riservatezza e la paura. Ottimo se sei una persona pacifica, silenziosa e solitaria, timida, introversa, riservata, magari insicura e ipersensibile, ma molto prudente e delicata. La protezione che hai bisogno la trovi nei Fiori di Bach, come anche per esempio Water Violet, indicato per superare la difficoltà nel contatto con gli altri.

Water Violet aiuta a uscire dalla solitudine, donando la capacità di contatto, comunicazione e saggezza. Pine, invece, è il rimedio per chi si sente a disagio a causa dell’immagine negativa di sé, dovuto a sentimenti di inferiorità e di vergogna. Crab Apple è adatto a chi prova vergogna per com’è, per chi ha un cattivo rapporto con sé stesso e manca di amor proprio. Questa particolare essenza insegna a diventare consapevoli, a guardarci senza paura accettando il bene e il male dentro di noi.

Per ultimo citiamo Larch, ottimo per superare il senso d’inferiorità e la paura di fallire. Insegna a non scoraggiarsi, a valutare la situazione con equilibrio e a prendere iniziative.