Qual è cura omeopatica per bulimia

Disturbi alimentari: la riabilitazione dell’organismo può avvenire mediante la cura omeopatica per bulimia.

La bulimia fa parte dei disturbi del comportamento alimentare e si traduce nella sfrenata ingestione di cibo in elevate quantità senza, però, consentire a quanto è ingerito di essere metabolizzato mettendo in atto sistemi drastici per evitarlo, come il vomito o l’uso di lassativi.

In genere questo disturbo nervoso colpisce le ragazze giovani e può verificarsi con una certa frequenza, ogni giorno oppure con episodi sporadici legati a stati di malessere psichico, come la depressione, frustrazione, emarginazione, ansia ove la carenza avvertita (sia essa emotiva, affettiva o sociale) è colmata con l’ingestione di enormi quantità di cibo.

Vomito e uso di lassativi impiegati dai soggetti bulimici per evitare che il cibo venga metabolizzato dall’organismo provocano spesso erosioni dello stomaco, gastriti, disturbi metabolici, disidratazione, carenza di minerali con conseguente astenia e disturbi cardiaci.

Dal punto di vista curativo la bulimia è trattata con antidepressivi e soprattutto dal punto di vista psicoterapico, tuttavia esistono trattamenti alternativi e abbinabili alle cure farmacologiche di tipo energetico che possono aiutare il soggetto bulimico in cura a sentirsi più equilibrato, energico.

La cura omeopatica per bulimia costituisce un’ulteriore possibilità di trattamento della malattia che presta attenzione all’individuo nel suo insieme ed è specifica per ognuno in base ai sintomi presentati, soprattutto da un punto di vista psicologico (depressione, ansia, disturbi del sonno, rabbia).

Come tutte le cure omeopatiche, anche la cura omeopatica per bulimia deve essere fatta in maniera costante, per diverso tempo, in quanto agisce come una sorta di attività riabilitatoria dell’organismo che deve recuperare la capacità di autoregolarsi, riprendendo le sue funzioni e reintegrandosi.

Ecco allora che la cura omeopatica per bulimia comprende diversi principi, tra cui Anacardium orientalis, Antimonium crudum, Calcarea carbonica, Carcinosin, Natrum muriaticum, Pulsatilla, Iodum, Ignatia, Iodum, Nux moscata, Nux vomica, Sepia, Silicea, Staphysagria, Sulfur, Thuya.

ultimo aggiornamento: 27-11-2015

Donna Glamour Guide

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X