In queste ultime ore insorgono in tutta Italia le proteste contro il Green Pass, ma i manifestanti non hanno vita facile. Un attivista no vax è stato arrestato dalla polizia…

Nelle stazioni di tutta la penisola, da Nord a Sud, insorgono le proteste contro il Green Pass – da oggi obbligatorio per spostarsi anche sui mezzi pubblici. A Torino, nel corso della protesta organizzata all’interno della stazione di Porta Nuova, un manifestante è stato arrestato dalle forze dell’ordine. L’uomo si era rifiutato di mostrare i documenti e ha aggredito pubblicamente gli agenti con calci e pugni. E’ stato arrestato e portato in questura dove sarà chiamato a rispondere delle sue azioni.

Nel frattempo le manifestazioni No Green Pass non si fermano nemmeno nelle altre città italiane, dove i protestanti sono strettamente sorvegliati dalla polizia in tenuta anti-sommossa. Gli attivisti protestano rigorosamente senza mascherina, gridando a gran voce che il Green Pass rappresenta una limitazione alla cosiddetta libertà personale.

Massima sorveglianza in tutte le città italiane

Agitazione a Napoli, dove chi raggiunge la stazione afferma di non essere stato fermato per alcun controllo, tantomeno per esibire il Green Pass in questione. Più tranquilla invece la situazione a Genova: i manifestanti non erano che una decina. Una manifestante sprovvista di documenti è stata accompagnata in questura per accertamenti.

Tranquilla la situazione a Milano e Roma, treni in orario e partenze garantite, nessun manifestante è riuscito a intralciare il traffico ferroviario nonostante le proteste tuttora in atto e qualche sparuto cartello con la scritta “La salute è mia e decido io”, i manifestanti non sono riusciti ad avvicinarsi alla zona di percorrenza dei binari.

Anche Firenze tutto si è svolto con la massima calma, mentre la polizia ferroviaria sorvegliava la stazione di Santa Maria Novella. Pare che le proteste No Green Pass siano destinate a spegnersi presto e a fallire miseramente in un clamoroso flop.

ultimo aggiornamento: 01-09-2021


Denise Pipitone: ricorre l’anniversario della sua scomparsa

Flop delle proteste no Green Pass. Il certificato verde vince