Le proprietà dell’Aloe Arborescens

Una pianta conosciutissima, citata da Cristoforo Colombo

chiudi

Caricamento Player...

Le proprietà dell’Aloe Arborescens sono moltissime. Il suo estratto viene utilizzato per uso topico contro scottature e irritazioni e ha buone proprietà depurative.

Caratteristiche dell’Aloe Arborescens

Appartenente alla famiglia delle Aloacee, è una delle piante succulente più diffuse al mondo. SI definiscono piante succulente o più semplicemente piante graasse quelle piante in grado, come i cactus, di immagazzinare all’interno dei propri tessuti l’acqua necessaria al sostentamento durante lunghi periodi di siccità.
Come si può facilmente intuire quindi, l’Aloe Arborescens cresce in terreni secchi o aridi, soprattutto in prossimità delle coste marine. E’ diffusa principalmente nelle zone tropicali ed equatoriali, ma è presente anche nell’area Mediterranea.

Questo tipo di Aloe, contrariamente alla più famosa Aloe Vera, che non si sviluppa in altezza, l’Aloe Arborescens può crescere fino a toccare i 4 metri, con una struttura estremamente ramificata.
Le foglie si presentano molto allungate e lanceolate: misurano in media 50 centimetri l’una. Lungo gli orli delle foglie si sviluppano a intervalli regolari delle spine che sporgono di circa mezzo centimetro dalla foglia.
I fiori si presentano in grappoli e sono generalmente di colore rosso arancio. Una particolarità dell’Aloe Arborescens è la sua necessità di incrociarsi con un’altra pianta per riprodursi: nonostante infatti ogni pianta presenti infiorescenze maschili e femminili, queste ultimi sono autosterili.

Proprietà dell’Aloe Arborescens

Utilizzata principalmente come regolarizzatore dell’attività intestinale, l’Aloe Arborescens ha verificate proprietà diuretiche e lassative. Rinforza la flora batterica intestinale, migliorando l’assorbimento delle sostanze nutritive e favorendo lo smaltimento di quelle di scarto.
A livello epidermico il suo estratto è utilizzato da secoli per la cura della pelle arrossata, irritata o ustionata per l’esposizione agli agenti atmosferici.
Si rivela anche un buon lenitivo per calmare il bruciore dovuto a punture o morsi d’insetti e animali quali api, zanzare, meduse. Ottimo da applicare su ferite aperte per favorire una rapida guarigione oppure sulle vesciche per favorirne l’assorbimento.