Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla promessa di matrimonio: perché è importante, come funziona e come si fa.

La volontà di sposarsi non può esimersi dal fatto che la coppia dovrà presentare la propria promessa di matrimonio. Essa infatti è un istituto giuridico, regolato dal Codice Civile, che è il primo passo ufficiale per quanto riguarda la volontà di contrarre matrimonio da parte di due persone. Molti però fanno confusione, in particolare con le frasi per la promessa di matrimonio che vengono recitate nel corso del rito, civile o religioso. Queste non presentano alcun carattere giuridico. Ma scopriamo meglio cosa c’è da sapere sull’argomento: perché la promessa è importante, cosa significa giuridicamente e come si fa!

Promessa di matrimonio in comune: come funziona

Dal punto di vista pratico, la promessa di matrimonio è lo step precedente alle pubblicazioni, ed è il primo che si fa per concretizzare la volontà degli sposi a convolare a nozze. Essa è regolata dall’articolo 79 e successivi del Codice civile. Per farla non è necessario che entrambi gli sposi si presentino, ma basta anche che uno di essi con la delega dell’altro, nel comune di residenza di uno dei due. Alla presenza di un funzionario incaricato, bisogna presentare dei documenti necessari per avviare l’iter.

La particolarità di questo step è che non obbliga la coppia a contrarre il matrimonio, a differenza delle pubblicazione, ma è necessario per avere la possibilità, giuridicamente parlando, di sposarsi.

Una volta che si hanno presentato tutti i documenti necessari, il funzionario richiederà agli uffici del comune diversi altri documenti, per completare la fase istruttoria. Al termine di questo verrà fissata la data per le pubblicazioni di matrimonio. Nello specifico si tratta del passaggio di status da fidanzati a promessi sposi, con anche in alcuni casi lo scambio degli anelli.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

fedi matrimonio fiori oro bianco
fedi matrimonio fiori oro bianco

I documenti necessari per la promessa di matrimonio civile e religioso

Quali sono i documenti necessari per quanto riguarda la promessa di matrimonio? Prima di elencarli bisogna dire che questa procedura si fa sia se la volontà della coppia è di sposarsi civilmente sia se è sul piano religioso.

In comune bisogna presentare i seguenti documenti:

-La carta d’identità di entrambi.
-Lo specifico modulo di richiesta di pubblicazione di entrambi.
-In caso di matrimonio religioso, il documento di richiesta del parroco.
-Per cittadini stranieri, il nulla osta del matrimonio.
-In caso di secondo nozze, la copia integrale dell’atto di matrimonio precedente.
-Marca da bollo per le pubblicazioni.
-Per cittadini stranieri, una marca da bollo per legalizzazione.
-Se si vuole celebrare il matrimonio in un altro comune all’infuori di quello di residenza, un’ulteriore marca da bollo.

Quanto tempo prima si fanno le promesse di matrimonio

Non c’è un tempo specifico per cui bisogna muoversi per le promesse di matrimonio. In particolare è bene muoversi sempre con anticipo, in modo che il funzionario del comune sia in grado di rintracciare tutta la documentazione necessaria. Si consiglia di muoversi almeno 6 mesi prima della data fissata del matrimonio, per non incorrere in problemi di sorta.

In caso di cittadini stranieri o di seconde nozze questo tempo è strettamente necessario, in quanto l’iter burocratico può richiedere diverso tempo.

Il giuramento di matrimonio, c’è da dire, non riguarda la promessa in senso giuridico, ma quando si fanno le promesse si rende ufficiale la volontà di sposarsi da parte di una coppia.


Cosa significa atavico?

La vacanza ideale? Per molti è in convento