Per gli amanti del classico odore che caratterizza ogni pieno alla macchina, arriva il profumo alla benzina. Pensato proprio per i più nostalgici.

In un’epoca in cui l’uso dell’auto elettrica non è più un’utopia, una delle “paure” più grandi degli amanti delle auto e di tutto il mondo che le circonda è quello di perdere alcune particolarità come il classico odore, (per alcuni profumo) di benzina che si sente ogni qual volta si porta la macchina a fare il pieno. Ebbene, per evitare questa mancanza, la Ford ha pensato ad un profumo che attraverso la sua insolita fragranza renderà questo odore una realtà.

Ford mette a punto il profumo alla benzina ispirato ai nostalgici dell’auto tradizionale

L’insolita e, diciamolo, originale idea, è nata per supportare il lancio della Mustang Mach-E GT.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

boccette di profumo
boccette di profumo

Ford ha infatti pensato di ideare, in collaborazione con la Olfiction e con Pia Long, una fragranza che ricorda in pieno l’odore della benzina. Da un recente sondaggio è infatti emerso che proprio il classico odore di benzina è ciò che gli automobilisti temono di perdere in un eventuale passaggio all’auto elettrica. Un pensiero più comune di quanto si pensi e che ha così spinto Ford all’idea del profumo.

Da oggi, quando si parla di profumi non si penserà più solo a chanel, quindi. La strana fragranza, dal nome Mach-Eau GT è stata infatti presentata al Goodwood Festival of Speed e ha tra i suoi ingredienti lavanda, geranio, legno di sandalo e mandorle. Gli stessi pare siano stati scelti appositamente per creare un mix in grado di ricordare appunto l’odore del combustibile.

La nuova fragranza sarà presente solo nella nuova Ford Mustang Mach-E GT

Quello che sorprende è che la nuova fragranza non sarà mai in vendita. Niente profumo di benzina, quindi, per chi ne sentisse davvero il bisogno. L’idea è infatti quella di inserire questo mix di essenze alle quali si sommano benzina, accenni di fumo e di gomma, nella nuova Ford Mustang Mach-E GT. E tutto, al fine di rendere meno traumatico il passaggio dall’auto tradizionale a quella elettrica.

L’aspettativa è quella che i tanti pregi della nuova auto riescano a conquistarne i possessori ancor prima che la fragranza svanisca. Un lasso di tempo utile per non avvertire più questa nostaglia così strana ma che è anche molto più comune di quanto si pensi.


Villa Bonomi, la location da sogno scelta (anche) dai Ferragnez

Covid, viaggi all’estero: tutte le regole e i documenti necessari per partire