Ancora problemi per Justin Bieber: in un giorno i vicini chiamano sei volte la polizia

Justin Bieber, dopo il risarcimento a un suo vicino, continua ad avere problemi con chi gli abita di fianco. Le forze dell’ordine devono intervenire.

chiudi

Caricamento Player...

Justin Bieber a mettere la testa a posto proprio non ci pensa. Il cantante nato a London (non la capitale inglese, ma una cittadina canadese) dopo il faraonico risarcimento che ha dovuto pagare ad un suo vicino di casa continua ad avere problemi con la giustizia e soprattutto proprio con il vicinato, perché anche in questo caso c’entra chi abita dalle sue parti.

In una sola giornata la polizia è dovuta intervenire con delle pattuglie a casa sua per ben sei volte. In pratica Justin Bieber stava ascoltando musica con un volume che poteva fare invidia alle più grandi discoteche del mondo, ragion per cui i vicini hanno più volte allertato le forze dell’ordine.

Secondi i verbali sarebbero state inviate delle pattuglie a casa sua alle ore 20:30, alle 00:50, all’01:50 e alle 03:00 di notte di domenica. Lui però se la sarebbe cavata promettendo sempre di abbassare il volume.

Inoltre in altre due occasioni c’erano state chiamate per segnalare una “cattiva condotta”. Totale: sei volte. Indubbiamente il caratterino viziato di Justin si è rivelato un problema per tutto il vicinato, e se c’è chi come le sue fan farebbe carte false per poter abitargli vicino c’è da scommettere che chi invece ha questa “fortuna” ne farebbe davvero a meno.