Pori dilatati: l’acido salicilico

Che cos’è e a che cosa serve

chiudi

Caricamento Player...

I rimedi contro i pori dilatati sono davvero tanti: dai prodotti commerciali specifici ai rimedi naturali più stravaganti. Maschere a base di aloe, miele, papaya, ananas, uovo, arancia, mandorla, cetriolo, limone e altro ancora. Ma al di là delle creme di vario genere e delle trovate fai-da-te più o meno efficaci, esiste per certo una sostanza in grado di restringere i pori. Si tratta dell’acido salicilico, che se contenuto in prodotti specifici assorbe l’olio della pelle, la ammorbidisce e ne migliora la struttura. Vediamo più nel dettaglio come mai.

Acido salicilico: informazioni generali

L’acido salicilico è un beta-idrossiacido, cioè una sostanza responsabile del rinnovamento cutaneo (insieme agli alfa-idrossiacidi). Contenuto in natura nella corteccia del salice, è molto utilizzato nella dermocosmesi ed è poco solubile in acqua. Si classifica come potente cheratolitico in quanto spezza la catena amminoacidica della cheratina esfoliando solo le cellule cornee superficiali. Questo significa che le altre proteine della pelle non ne sono affette. Ottiene anche una reazione proliferativa, cioè di rinnovamento dell’epidermide, ed è batteriostatico e lenitivo. Questo vuol dire che libera i pori dilatati e infiammati dall’eccessivo contenuto sebaceo, crea un ambiente sfavorevole al suo ripresentarsi, e riduce la possibilità di lesioni acneiche.

Dove trovarlo

L’acido salicilico viene utilizzato nella cura di patologie dermatologiche già dal Novecento, in casi di acne, iperpigmentazione e inestetismi da foto-invecchiamento. Oggi, è presente nella soluzione Salicylic Acid Exfoliator 2% della Miamo. Isolato e utilizzato in forma liquida, restringe i pori, ne riduce l’iperproduzione di sebo ed elimina il tappo cheratinico. L’esfolazione causata rimuove ispessimenti e ruvidità del livello superficiale della cute rendendola più luminosa e compatta. E gli effetti sono anche a lungo termine: la pelle risulterà ringiovanita, dotata di nuova vitalità e rigenerata, grazie alla stimolazione delle cellule dello strato germinativo.