Playboy torna al nudo in copertina e fa inversione di marcia

A Playboy è tempo di cambiare approccio o forse semplicemente tornare al passato e nel prossimo bimestrale la nudità torna anche in copertina

chiudi

Caricamento Player...

Il nudo torna protagonista nel magazine Playboy fondato nel 1953 da Hugh Hefner: a un anno dalla rinuncia il nudo torna protagonista dopo esserne stato bandito perché giudicato “obsoleto”.

I retroscena

Era il mese di ottobre 2015 quando l’amministratore delegato di Playboy Enterprises, Fiandre Scott, spiegò che la rinuncia alla nudità era legata all’esigenza di ampliare il pubblico del gruppo editoriale.

Il numero di gennaio/febbraio 2016, con la star Pamela Anderson in copertina, era stata presentata come l’ultima con immagini di donne nude. E, in effetti, Playboy era così incoraggiato dal successo della nuova versione del suo sito web, che anche sul magazine mostrava già bellissime donne vestite.

La rivista ci ha ripensato

Il tentativo, però, non ha avuto successo, anche se il gruppo non ha annunciato nulla riguardo ai risultati ottenuti. E allora si torna all’antico, con il nudo a farla da padrone già nell’edizione di marzo/aprile 2017, come annunciato dal figlio del fondatore, Cooper Hefner.

Il giovane non ha mai nascosto la sua opposizione alla decisione presa nel 2015, considerandola contraria alla filosofia di Playboy.

Lo stesso ha scritto in un messaggio pubblicato ieri sul suo account Twitter in cui ha affermato:

“Io sono il primo ad ammettere che il modo in cui la rivista ha presentato la nudità era datata, ma senza di essa tutto è stato un errore. La nudità non è mai stata il problema, perché la nudità non è un problema. Oggi rinnoviamo la nostra identità e torniamo alle origini”.

Già a partire dalla copertina di marzo-aprile ci sarà la playmate ed il titolo #NakedIsNormal. Torneranno storiche sezioni come “The Playboy Philosophy” e “Party Jokes”. Sparirà il sottotitolo della rivista “Entertainment for men”.

Il tutto andrà a supportare la campagna “Free the Nipple” che lo stesso Cooper Hefner e la sua compagna Scarlett Byrne stanno conducendo negli USA per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito a temi caldi come l’allattamento in pubblico o il divieto del topless in spiaggia.