Un San Valentino diverso? Burger King ha ideato il menù per adulti

Burger King per San Valentino ha deciso di preparare un menù molto particolare riservato esclusivamente alle coppie adulte e con un regalo extra: un sexy toy

chiudi

Caricamento Player...

Per la settimana di San Valentino al Burger King si trova disponibile l’adulta meal, un menù per over 18 con regali e gadget erotici.

L’ Adult Meal, in vendita solo in Israele, sarà venduto solo ed esclusivamente dopo le 18, e ovviamente a clienti adulti che lo chiederanno.

La richiesta arriva direttamente dai consumatori, stanchi che il divertimento fosse riservato solo ai più piccoli, ed è stata raccolta dalla nota catena di fast food che ha commissionato lo sviluppo del concept all’agenzia Leo Burnet Israele.

Cosa contiene?

Nella confezione troveranno spazio due pacchi di biscotti al cioccolato, due porzioni di patatine fritte, due birre e un “giocattolo romantico per adulti”. La natura di quest’ultimo però non è stata rivelata anche se il video promozionale di Burger King Israele dà alcuni suggerimenti mostrando una scatola da asporto con una maschera per gli occhi, un piumino e un massaggiatore del cuoio capelluto.

Le coppie che oggi hanno voglia di scaldare un po’ l’atmosfera anche se cenano al fast food potranno richiedere un “Adults Meal”: un cestino con due whopper, due patatine fritte, due birre e appunto un giocattolo per adulti.

 

Sono tre i misteriosi giochi inclusi nel menù per adulti, non ancora resi noti ufficialmente ma solo suggeriti dal video diffuso in rete, una mascherina rosa, un massaggiatore per la testa e uno spolverino.

Burger King aveva già sperimentato qualche settimana fa la formula dell’adult meal in Brasile, in una particolare versione dedicata agli over 70, realizzata dall’agenzia David in collaborazione con NGO Projeto Velho Amigo per promuovere l’inclusione delle persone anziane nella società.

Lo spot è stato visto da milioni di persone e i commenti sono davvero sorprendenti, il mondo si chiede che cosa sia successo e come sia possibile che un fast food aperto alle famiglie sia arrivato a questo: “Tante domande! È vero?  Cosa sta succedendo nel mondo?!”.