Un piccolo delfino è nata all’acquario di Genova

Fiocco rosa nel Padiglione Cetacei dell’Acquario di Genova: è nata una piccola femmina di delfino di 16,5 kg.

chiudi

Caricamento Player...

L’acquario di Genova è in festa per la nascita di un piccolo delfino: il cucciolo, che pesa oggi circa 16,5 kg ed è lungo 110 cm, è nato in ambiente controllato in seconda generazione. Entrambi i genitori del delfino, mamma Naù e papà Teide, sono infatti a loro volta nati in altre strutture europee. Naù è una giovane femmina di 13 anni nata a Gardaland nel 2001 da mamma Betty e papà Robin, anch’essi ospiti dell’Acquario di Genova. È al suo primo parto il delfino Naù e sta imparando a gestire la cucciola in ogni nuova attività e scoperta. Al momento mamma e cucciola si trovano nella vasca nursery del Padiglione dove possono nuotare ed essere monitorate dallo staff della struttura nelle prime settimane di vita della piccola, nell’attesa che cresca e possa unirsi agli altri delfini ospiti della struttura.

Il delfino è nato in una vasca del volume di oltre 1 milione di litri d’acqua. La vasca è dotata di un fondo mobile che consente di accedere agli animali in tempi molto brevi in caso di emergenza o necessità di intervento ed è dotata di tre acrilici subacquei da cui è possibile effettuare un’attenta osservazione degli animali 24 ore al giorno. Anche il pubblico può ammirare mamma e cucciola di delfino attraverso uno di questi acrilici, che si trova al piano inferiore del Padiglione, accanto all’area divulgativa che illustra i progetti di ricerca dell’Acquario e della Fondazione Acquario di Genova Onlus.

E nella vasca principale del Padiglione ci sono i “nonni” del delfino appena nato: Betty e Robin e papà Teide, nato anche lui in ambiente controllato in Spagna nel 1997.

I piccoli di delfino, quando nascono, affrontano numerose sfide: la prima è rappresentata dal primo respiro, il nuoto e il primo allattamento dalla mamma; spesso nei primi giorni i tentativi di prendere il latte e i fallimenti sono molteplici prima di acquisire una certa familiarità con quest’attività, per loro vitale.

In questo caso, la prima “sospirata” poppata è avvenuta nella notte tra il 1° e il 2 settembre. Nel tursiope, l’allattamento può perdurare anche fino a 3 anni: gioco con il pesce inizia già fin dai sei mesi di vita e l’ingestione inizia in maniera accidentale per imitazione dell’adulto, diventando poi, con il passare del tempo, fonte predominate di nutrimento.

Il primo mese di vita è un periodo particolarmente critico per i cuccioli di delfino: femmina e piccolo che vengono sorvegliati 24 ore su 24 per monitorare comportamenti, suoni, respirazioni e attività nutrizionale e controllare che la crescita avvenga senza problemi.

Emanuela Bertolone.