Perché la dieta fallisce? 5 possibili cause e i comportamenti sbagliati da evitare

Nonostante la dieta, non riuscite a perdere peso? Probabilmente state sbagliando qualcosa… ecco tutti i comportamenti sbagliati da evitare.

chiudi

Caricamento Player...

Seguire una dieta non è facile, soprattutto quando, dopo tanti sacrifici, i risultati sembrano non arrivare mai. A volte, pur seguendo il regime alimentare dato dal nutrizionista, non si riesce a perdere peso.

Come mai? Probabilmente a causa di comportamenti sbagliati che poco hanno a che fare con la quantità e la qualità del cibo, come ad esempio mangiare in modo affrettato, oppure saltare i pasti. Vediamo insieme quali sono i possibili motivi per cui la dieta fallisce.

Perché la dieta fallisce

Dieta

  • Uno dei motivi più frequenti per cui non si riesce a perdere peso è lo stress. Le preoccupazioni lavorative o sentimentali, la rabbia e la tristezza possono causare la cosidetta “fame emotiva”, ovvero un consumo smisurato di cibo. Inoltre, lo stress provoca squilibri ormonali, in particolare fa alzare i livelli di insulina e cortisolo, alterando il ritmo fame-sazietà.
  • Anche mangiare in orari sballati può fare molti danni. Consumare i pasti in maniera irregolare non permette di avere una corretta distribuzione delle calorie durante la giornata.
  • Un errore molto frequente è bere poca acqua. L’acqua è fondamentale per liberarsi delle tossine e delle scorie, che altrimenti si depositano del tessuto adiposo, causando la tanto odiata cellulite. Inoltre, bere un paio di bicchieri d’acqua prima di ogni pasto aiuta a sentirsi sazi prima. Ogni giorno andrebbero consumati circa due litri d’acqua.
  • Per perdere peso, è importante anche dormire almeno 7-8 ore a notte. Un riposo insufficiente provoca squilibri ormonali e rallenta il metabolismo.
  • Infine, non bisogna mai mangiare di fretta. Consumando i pasti velocemente, non ci si sente sazi e si tende a consumare una quantità eccessiva di cibo. Masticare lentamente aiuta la digestione e permette allo stomaco di inviare al cervello il messaggio di sazietà.