Odaxelagnia, cuckold fetish, ematolagnia, bugchasing e podofilia, sono perversioni che stanno prendendo sempre più piede nell’ambito della parafilia.

In genere, qualsiasi tipo di feticismo viene considerato al di fuori della normale attività sessuale. In questi casi un oggetto, una parte non sessuale del corpo o un’azione particolare funge anormalmente da stimolo o da fine stesso del desiderio sessuale. La parafilia può essere considerata un’estremizzazione di questi stimoli, tanto che non è assolutamente esente da rischi. Vediamo le deviazioni più insolite:

Le cause dell’odaxelagnia

L’odaxelagnia, o l’eccitazione sessuale derivante dal mordere o l’essere morsa, è spesso considerata un feticcio “di accesso” nella comunità S&M. Se praticata nei limiti non è considerata un tabù, ma quando si procurano ferite, il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili trasmesse dal sangue come l’HIV, l’epatite B e l’epatite C, è concreto.

Come si sviluppa il voyeurismo sessuale

Negli Stati Uniti, il voyerismo sessuale (o cuckold fetish), in cui una moglie fa sesso di proposito con un uomo che non è suo marito per scopi di eccitazione sessuale, è diventato un feticcio abbastanza comune. A differenza degli altri, il cuckoldry viene considerato come uno dei feticci più intellettuali a causa della stimolazione mentale sperimentata, compresi i  sentimenti di vergogna e imbarazzo.

Le conseguenze sono logiche: se fai sesso con altri uomini, specialmente quando si tratta di rapporti multipli, il rischio di contrarre una malattia è molto più alto che in una relazione tradizionalmente monogama.

Cos’è la podofilia

La podofilia, nota anche come adorazione del piede, può essere erroneamente considerata un feticcio sicuro a causa della distanza del piede dai genitali, ma anche i feticisti del piede sono a rischio di contrarre una MST. I feticci del piede possono coinvolgere la forma, le dimensioni o l’odore dei piedi, nonché calzature o gioielli indossati su di essi. Interagire con i piedi per stimolare l’eccitazione sessuale, come leccare i piedi, succhiare le dita dei piedi o altre attività orali sono comportamenti pericolosi se sulle piante dei piedi sono presenti eruzioni cutanee.

Ad esempio, la sifilide del secondo stadio è nota per causare un’eruzione non pruriginosa sui palmi delle mani o sulla pianta dei piedi. La sifilide viene facilmente trattata se colta abbastanza presto, spesso con una singola dose di antibiotici.

Se l’infezione non viene curata, tuttavia, può svilupparsi nelle fasi avanzate quando gli effetti collaterali diventano pericolosi per la vita e possono persino portare alla morte.

Parafilia: i rischi che si corrono
Fonte foto: https://www.pinterest.it/pin/810085051700145971/
https://www.pinterest.it/pin/AStJDTvxccdn7QI3_nNuFr_FfFdEC7_v8GEGLPEuIGmT4-BQLLuQmfQ/
https://www.pinterest.it/pin/634866878695180511/

Cos’è l’ematolagnia

La letteratura e la storia sono costellate di leggende su creature mitiche che si nutrono della forza vitale o del sangue degli umani, ma fu il romanzo gotico di Bram Stoker del 1897, Dracula, che introdusse al mondo il misterioso vampiro Conte Dracula, a caratterizzare il mito con una dose di sessualità che dura fino ad oggi.

L’ematolagnia, o feticismo del sangue, include una varietà di attività sessuali insolite e ossessioni che coinvolgono il sangue. Alcuni feticisti del sangue sono interessati allo stile di vita dei vampiri, uno stile di vita alternativo che incorpora elementi gotici con elementi noti alla comunità sadomasochista (S& ).

Ciò può includere il prelievo del sangue, oltre al consumo dello stesso o persino una forma di parafilia nota come vampirismo clinico, o malattia di Renfield (dal nome di un personaggio sotto l’incantesimo del Conte Dracula), che è caratterizzata da bere sangue. Inutile dire che consumare sangue umano, soprattutto in un contesto sessuale, è un’attività pericolosa a causa delle malattie trasmesse per via ematica. L’HIV, l’epatite B e l’epatite C si diffondono facilmente attraverso il contatto con il sangue, quindi consumare sangue o usarlo durante i rapporti sessuali sono attività ad alto rischio.

Per lo stesso motivo, l’uso di aghi o lame per praticare il salasso è un’attività ad alto rischio. Uno strumento condiviso può contaminare e diffondere la malattia dal partner positivo al partner negativo.

I rischi del bugchasing

Pratica sconosciuta fino alla messa in onda del servizio del programma “Le Iene”, che ha aperto il dibattito sul problema, il bugchasing è una parafilia che coinvolge le persone che intenzionalmente cercano di contrarre l’HIV attraverso il sesso non protetto. Anche se la parafilia è praticata principalmente da uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, il fenomeno ha preso piede anche con uomini eterosessuali.

Nei forum su Internet, queste persone cercano partner sessuali HIV-positivi che possano infettarli con il virus. Alcuni cercano attivamente partner sieropositivi, mentre altri decidono di affidarsi al caso e di impegnarsi in rapporti sessuali non protetti senza conoscere lo stato di salute del loro partner.

Nel caso volessi sperimentare alcuni di questi feticci con il tuo partner, prenditi cura di evitare le malattie sessualmente trasmissibili, prendendo le dovute precauzioni o facendo un semplice test.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19

TAG:
amore

ultimo aggiornamento: 12-12-2018


Massaggio Lingam, il massaggio erotico da fare al tuo uomo: cos’è e come si fa

Sesso anale: è piacevole solo per l’uomo? Fa male? Ecco tutti i miti da sfatare