Vediamo cos’è l’orticaria colinergica, da quali fattori può essere scatenata e cosa si può fare per prevenirla.

L’orticaria è una delle malattie dermatologiche, e che quindi interessa la pelle, più comuni sia negli adulti che nei bambini. Ci sono diverse forme di orticaria veicolate da cause differenti, in generale si distinguono episodi acuti, quando si presentano all’improvviso e si risolvono in poco tempo, e forme croniche quando hanno un decorso più lungo. Un particolare esempio di orticaria che colpisce in maniera generalizzata è l’orticaria colinergica. Vediamo quali sono le cause che possono scatenarla, quali sono i sintomi e le terapie possibili.

Orticaria colinergica: le cause

L’orticaria colinergica è un’orticaria fisica, ovvero fa parte di un insieme più ampio di patologie a carico della pelle e delle mucose. Questa forma può anche essere definita “orticaria da caldo” perché tende a presentarsi proprio in seguito al calore e all’aumento della temperatura corporea. Quindi a differenza di altre forme di orticaria, non ha niente a che fare con reazioni allergiche a farmaci, alimenti o in risposta a punture di insetto.

Ragazza sauna relax
Ragazza sauna relax

Nello specifico tra i fattori che possono scatenare questa reazione, troviamo l’attività fisica, docce, saune, bagni e immersioni in acqua calda (sia un comune bagno a casa che in uno stabilimento termale). Anche la temperatura ambientale stessa può scatenare l’orticaria così come la presenza di uno stress emotivo o il consumo di alcolici o cibi piccanti.

Orticaria colinergica: i sintomi e la terapia

Questo tipo di orticaria è caratterizzata dalla comparsa di pomfi che interessano perlopiù il tronco, ma possono estendersi a viso e braccia. Raramente i pomfi si estendono anche ai palmi delle mani e alla zona delle ascelle. Tra gli altri sintomi associati ci può essere mal di testa, mal di pancia, ma anche svenimenti e abbassamento della pressione sanguigna.

orticaria schiena
orticaria schiena

In alcuni casi il medico può prescrivere antistaminici, ma il trattamento non è sempre necessario, visto che in genere i sintomi possono scomparire spontaneamente entro poche ore. È importante anche la prevenzione, se si è a conoscenza del problema è utile evitare di esporsi al calore eccessivo e limitare o evitare bagni e docce calde, ma anche il consumo di cibi piccanti e di alcolici.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 15-01-2022


Quali sono gli alimenti senza lattosio?