Ogni quanto usare il ferro per capelli

Diciamo addio ai capelli lisci! Per avere una cascata di boccoli possiamo usare il ferro per capelli! Vediamo ogni quanto usarlo.

chiudi

Caricamento Player...

Se siamo stanche delle nostre chiome lisce e vorremmo dare loro un nuovo volume, usare il ferro per capelli è quello che ci vuole: in commercio ne esistono tantissimi, coi quali poter realizzare ricci o boccoli di varie forme e grandezze, ma dobbiamo essere sicure di saperlo usare al meglio per ottenere il risultato desiderato ed evitare di bruciare i capelli.

Per ottenere ricci perfetti, l’ideale sarebbe usare il ferro su capelli lavati la sera precedente all’acconciatura: come sostengono gli esperti di Jean Louis David, una chioma perfettamente pulita sarà più difficile da arricciare, e una volta effettuata l’acconciatura essa terrà molto meno. L’uso di una mousse condizionante, con fissaggio strong se vogliamo ricci definiti, o leggero se ci piace l’effetto naturale, aiuterà i nostri boccoli a mantenere la loro forma il più a lungo possibile.

Ogni quanto possiamo usare il ferro per capelli?

E’ bene sapere che quando si tratta di phon, piastre o arricciacapelli, l’uso prolungato del calore potrebbe danneggiarli notevolmente, specie se si agisce su un capello non perfettamente asciutto. Quindi usare il ferro per capelli tutti i giorni, o per intervenire sulle ciocche non appena ne notiamo qualcuna ‘giù di tono’, a lungo andare potrebbe bruciarli, spezzarli o causare l’insorgenza di doppie punte.

Usato invece una volta alla settimana, dopo aver applicato sul capello un prodotto specifico che protegga dai danni apportati dal calore eccessivo di piastre e arricciacapelli, e facendo una volta ogni quindici giorni una maschera ristrutturante per chiome danneggiate o secche, il ferro per capelli diventerà un ottimo alleato per avere acconciature sempre al top, e sentirci fashion in tutte le occasioni.