Il peeling è una manna dal celo contro l’acne. Ma ogni quanto fare il trattamento suddetto al viso?

In molti ricorrono al peeling: chi per ridurre le rughe, chi per riguadagnare lucentezza al volto, chi per ridurre i danni causati dall’acne.

In questo caso, esistono diversi tipi di peeling: quello superficiale, sconsigliato per chi ha necessità effettiva di trattare un problema come quello rappresentato dalle cicatrici acneiche, utile comunque a chi vuole liberarsi di piccoli difettucci.

Il trattamento superficiale prevede una semplice sensazione di pizzicore superficiale, la pelle si arrossa subito dopo e circa 3 giorni a seguire ecco comparire la classica desquamazione. Tranquilli, non si vede molto, anzi, dura circa una settimana scarsa.

Ogni quanto fare questo trattamento superficiale? Una volta al mese, per una durata circa di 20 sedute.

Se invece si opta per un peeling più strong, si deve necessariamente consultare un medico. Solo un esperto professionista saprà guidarci nella scelta più corretta dell’acido da usare, innanzitutto, e saprà valutare la giusta durata del trattamento.

In questo caso, la pelle rimane arrossata per 5 giorni massimo e solo quando la desquamazione sarà completamente guarita, si può procedere alla seconda applicazione. Anche in questo caso, in genere le sedute sono circa 15 per ottenere un risultato concreto.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 05-11-2015


Disturbi sessuali fiori di Bach

Quanto tempo tenere la carta stagnola per fare i capelli ricci