Nel sud della Francia sono stati scoperti 100 gatti morti a casa di un’anziano: l’uomo di 81 anni accumulava animali già morti ma 2 erano stati rinchiusi e altri erano in pessime condizioni.

A Nizza, un uomo di 81 anni ha accumulato 100 gatti morti in casa. Gli animali erano già senza vita quando l’anziano li ha riposti in casa ma un’altra ventina sono stati trovati vive e in condizioni pessime. La polizia è stata allertata dalla nipote che aveva visto resti di animali morti anche all’esterno dell’abitazione.

Uomo anziano ha accumulato 100 gatti morti: salvati 20 gatti dall’abitazione

A quanto dichiara France Presse Philippe Desjacques, presidente dell’associazione La Tribu du Fourmilier: “Considerando la posizione in cui sono stati ritrovati, gran parte dei gatti erano già morti quando vennero riposti all’interno delle scatole, ma pensiamo che almeno due siano stati rinchiusi vivi.”

Secondo Desjacques l’uomo soffriva della sindrome di Noé che consiste nella raccolta di animali da poter ospitare e anche dell’accumulo compulsivo di oggetti. A quanto riporta la Stampa, l’uomo metteva i corpi morti degli animali in scatole di plastica o legno per conservarli. Nonostante la situazione dell’anziano, le associazioni a protezioni degli animali sporgeranno denuncia all’uomo per maltrattamento.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-12-2021


Ragazza marocchina picchiata perchè vuole vivere all’occidentale: denunciato il padre

Nasce la visita veterinaria “sospesa”, per tutte le famiglie in difficoltà