Niente foto al figlio: Adele fa causa ai paparazzi e la vince

Adele ha citato in giudizio i fotografi che avevano immortalato suo figlio Angelo. Oltre a un risarcimento economico le foto dovranno essere distrutte.

chiudi

Caricamento Player...

Adele ha battuto i paparazzi, almeno per una volta. La bravissima cantante che con il suo album “21” ha battuto ogni recordo vendendo trenta milioni di copie (e vincendo tra l’altro un Premio Oscar, un Golden Globe e un Grammy) ha ottenuto anche qualcos’altro, ovvero una vittoria in tribunale contro i fotografi d’assalto. Motivo del contendere erano le tante foto scattate ad Angelo Adkins, figlio suo e del marito Simon Konecki.

Non soltanto Adele ha ottenuto un risarcimento molto cospicuo, ma il giudice ha anche ordinato la distruzione di tutto il materiale fotografico che riguardava il bambino, che ovviamente non potrà più essere pubblicato. Applausi anche per l’avvocato Jenny Afia, che ha brillantemente condotto la causa.

Lo stesso marito di Adele ha esternato soddisfazione per la sentenza:

“Quelle foto non avevano niente a che fare con la carriera professionale di mia moglie. Il primo viaggio o la prima gita sono cose che devono rimanere sul piano intimo della famiglia, non devono finire sui tabloid. Quei fotografi non avevano il diritto di intromettersi e far pubblicare foto contro la nostra volonta”.

La cantante britannica inoltre ha in programma un nuovo disco, che dovrebbe chiamarsi “25” ed uscirà alla fine di quest’anno.