Il neonato piange nel sonno, si agita e si sveglia di frequente? Vediamo da cosa dipende il sonno agitato e cosa fare.

Nei primi mesi i neonati passano quasi l’80% del loro tempo a dormire, al tempo stesso però è anche molto frequente che il loro sonno sia disturbato. Irrequietezza, agitazione, risvegli frequenti e situazioni in cui il neonato piange nel sonno. Da cosa dipende il sonno disturbato e come si fa ad affrontarlo per far sì che il piccolo possa riposare bene?

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Pianto nel sonno neonati: da cosa dipendono i disturbi del sonno?

In realtà si parla di disturbi del sonno veri e propri per bambini già più grandicelli, diciamo dai due anni in su. Nei neonati è più corretto parlare di micro risvegli e di sonno agitato, ma cosa succede esattamente e perché? Il sonno è un ciclo in cui si riconoscono due fasi: sonno REM e sonno non-REM, il passaggio da una fase all’altra del ciclo può causare dei micro risvegli.

Neonato che dorme
Neonato che dorme

Più il bambino è piccolo e più è probabile che abbia difficoltà a riaddormentarsi da solo, per questo il neonato piange mentre dorme e finisce per svegliarsi e richiamare l’attenzione degli adulti. Una situazione diversa è quella che si verifica dal secondo anno in poi, quando i bambini iniziano ad avere paura del buio, avere gli incubi o difficoltà ad addormentarsi quando stanno attraversando delle fasi delicate come l’ingresso alla scuola materna.

Come aiutare il bimbo a riaddormentarsi

Se la causa del risveglio non è dovuta a un bisogno o a un fastidio, fame, sensazione di pannolino sporco o male ai dentini, il bimbo avrà comunque bisogno di attenzioni e di conforto per riuscire a riaddormentarsi. È anche probabile che il bimbo si svegli, ma sentendo ancora sonno e non riuscendo a riaddormentarsi si metta a piangere per il disagio.

Neonato che piange
Neonato che piange

In questi casi non resta che allontanarlo da qualsiasi stimolo e cullarlo finché non si riaddormenta, ricreando la stessa routine serale che lo faccia riaddormentare. Perché il bimbo dorma tranquillo è utile fissare degli orari e rispettare dei rituali serali che aiutino il bimbo a rilassarsi nei momenti prima della nanna, evitando di farlo addormentare in un luogo diverso da quello in cui trascorrerà la notte.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 26-10-2021


Che legame c’è tra luna e parto?

Cosa c’è da sapere sul virus RSV che ha colpito la figlia di Fedez e Chiara Ferragni