La NASA e Nokia porteranno il 4G sulla Luna: in corso la progettazione di un’apparecchiatura che trasporterà la connessione wireless nello spazio durante la missione Artemis.

Nokia sta collaborando con la NASA per portare il 4G sulla Luna nel corso della missione Artemis. L’agenzia National Aeronautics and Space Administration ha scelto di finanziare diverse aziende che con le loro idee renderanno le missioni spaziali più sostenibili. Scopriamo tutti i dettagli sull’obiettivo che dovrebbe essere raggiunto grazie alla collaborazione tra la NASA e Nokia: portare il 4G nel satellite della Terra.

Nokia e NASA: il 4G arriva sulla Luna

La NASA sta investendo ben 14,1 milioni di dollari per portare la connessione 4G sulla Luna. Bell Labs, il braccio di ricerca di Nokia, è stato incaricato di lavorare a questo progetto. Il prodotto definitivo dovrà rispettare tutta una serie di caratteristiche, come la riduzione delle dimensioni dell’antenna. Inoltre, sarà necessario assicurare la massima resistenza, considerando che i componenti dovranno resistere al viaggio e alle manovre di sbarco.

Sbarco sulla Luna
Sbarco sulla Luna

L’apparecchiatura, composta da una base LTE, antenne e un software di controllo, dovrà essere a basso consumo energetico, con dimensioni estremamente ridotte e protetta da crittografia end-to-end. Inoltre, dovrà richiedere una manutenzione semplificata.

Il progetto contribuirà a rendere sostenibile l’esperienza degli astronauti. Quest’ultimi, una volta sbarcati, potranno entrare in comunicazione tra di loro grazie al 4G. Non si esclude che successivamente l’apparecchiatura possa essere potenziata, in modo da includere la tecnologia 5G. Il progetto dovrebbe essere pronto, secondo la tabella di marcia, già per il 2022.

La Luna, l’obiettivo della missione Artemis

Era il 1969 quando, con la missione Apollo 11, i primi esseri umani riuscirono a poggiare i propri piedi sulla Luna. Il XXI secolo potrebbe essere segnato da numerosi altri obiettivi spaziali, tra cui l’arrivo del 4G nello spazio. Ormai è chiaro che la NASA (forse già entro il 2028) vorrebbe creare sulla Luna una base che dovrebbe garantire la costante presenza dell’uomo sul satellite naturale.

La missione Artemis dovrebbe già consentire ad alcune donne e uomini di raggiungere la Luna entro il 2024. Secondo la stima dell’agenzia spaziale, questo progetto richiederà un investimento di circa 28 miliardi di dollari (di cui 16 per la progettazione del modulo di atterraggio lunare).

Questa missione arriva decenni dopo l’ultimo sbarco dell’uomo sulla Luna, avvenuto nel 1972 (con Apollo 17). Il prossimo lancio poterebbe quindi non essere riservato solo agli esseri umani, ma anche alla rete 4G. Si inizia inoltre a parlare anche del possibile turismo sul satellite naturale.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


I Simpson: ecco gli episodi da vedere prima delle elezioni americane

Novità su WhatsApp: ecco come poter silenziare le chat per sempre