More di gelso, proprieta, benefici e caratteristiche della pianta

More di gelso: un superfood per il nostro benessere

Le proprietà e i benefici delle more di gelso, un frutto rustico il cui periodo di maturazione va da giugno a tutto il mese di luglio.

Quando parliamo di more di gelso è sempre bene specificare a quale tipologia di questo gustoso frutto facciamo riferimento. Ne esistono infatti di varie tipologie. Vi sono infatti le more di gelso bianco che presentano un gusto particolarmente dolce e poco acido, la loro terra d’origine è la Cina centrale. Originaria dell’Asia meridionale è invece la varietà di gelso nero.

Le bacche, in questo caso, oltre a presentare il caratteristico colore nero hanno anche un migliore equilibrio tra dolce e acido e risultano più gradevoli al palato. Troviamo infine il gelso rosso diffuso nelle zone centrali e sud orientali degli Stati Uniti. Le bacche, una volta giunte a completa maturazione, presentano una cromatura rossa viva tendente al nero. Anche esse, come le more di gelso nero, presentano un giusto equilibrio tra dolce e acido.

Proprietà e benefici

Un concentrato di gusto e benessere, questo il cuore del frutto in questione. Rientrano infatti tra gli alimenti con proprietà dietetiche e curative in prima linea nella difesa della salute. Scopriamo insieme e più nel dettaglio quali benefici se ne possono trarre.

Poche calorie: L’apporto calorico delle more di gelso è solo di 43 chilocalorie per 100 grammi di frutto. La presenza di ferro, potassio, manganese e magnesio ma anche di vitamine C, K e del gruppo B permettono di rimanere in forma non privando il corpo di importanti nutrienti e sostanze.

Antiossidanti: A caratterizzarle un elevato contenuto di polifenoli, flavonoidi e per la loro attività antiossidante. Ciò le rende ottime per la prevenzione di malattie dell’invecchiamento cellulare, quelle degenerative del sistema nervoso così come per i tumori, le infezioni batteriche e il diabete.

More di gelso
Fonte Foto:https://pxhere.com/it/photo/493659

Proprietà diuretiche e lassative: Questa caratteristica è propria della varietà delle more di gelso bianco. Esse,inoltre, avrebbero anche proprietà antibatteriche contrastando, in particolare, i batteri responsabili delle carie dentali.

Malattie cardiovascolari: A prevenire questo tipo di malattie sono le more di gelso nero e rosso. Esse presentano infatti una buona percentuale di resveratrolo, antiossidante contenuto anche nel vino rosso e ideale nella prevenzione di questa tipologia di problematiche.

La pianta

Sono due le principali specie di albero di gelso esistenti: il gelso bianco e il gelso nero. Un tempo questo tipo di coltivazione era legata, in particolare, all’allevamento del baco da seta. Nel corso degli anni, però, questa tradizione è andata perdendosi sempre più anche se ora sembra stia a poco a poco riprendendo piede.

Una delle caratteristiche maggiormente apprezzate riguarda il fatto di essere facile da coltivare oltre ad essere molto bello anche dal punto di vista ornamentale. Le diverse varietà di questa pianta, inoltre, sono tra loro abbastanza simili. Tra queste il fatto di essere una pianta decidua. Non a caso in autunno perde le sue foglie e si riprende in primavera.

Altra caratteristica da non sottovalutare, soprattutto per coloro che decidono di coltivare questa specie a livello domestico, riguarda le dimensioni. Può raggiungere infatti altezze elevate. A completare il tutto, inoltre, una chioma ampia e abbondante fogliame. Tra le varie specie, quella del gelso bianco rientra tra le più grandi se lasciata vegetare senza interventi di potatura.

Le more di gelso sono quindi uno dei doni più apprezzati della stagione estiva ricchi di gusto e di benessere.

Fonte Foto: https://pxhere.com/it/photo/493659

ultimo aggiornamento: 23-07-2019

X