Una moda sostenibile è una strada sempre più percorribile. La prova è la presenza di must have che oltre ad essere fashion rispettano anche l’ambiente.

Tra i punti essenziali attuali del Made in Italy, ribaditi anche dall’ultima Milano Fashion Week, c’è senz’altro una moda sostenibile. Abiti che rispettino l’ambiente e la filiera, grazie alla creatività e alla tecnologia sono uno degli obiettivi più importanti del fashion system.

Non sono pochi infatti i brand di alta moda o emergenti che stanno puntando ad includere all’interno delle proprie collezioni, almeno una caspsule o una linea che ci mostri le potenzialità di un capo sostenibile.

Perché scegliere un abito sostenibile

Etica ed ecosostenibilità, sono questi i due termini che caratterizzano una moda che rispetta le condizioni ambientali, utilizzando materiali di basso impatto ambientale sia nella produzione che nello smaltimento, evitando quindi sostanze tossiche e non biodegradabili. Ma è anche una moda che si prende cura dello spazio di chi vi lavora, ed è quindi etica.

Ricorrere a materiali ecologici per realizzare un abito non è semplice, ma grazie a sperimentazione e tecnologia, qualche progresso è stato fatto. Scegliere quindi di acquistare un vestito ecosostenibile vuol dire sposare una filosofia etica e abbracciare un cambiamento.

I motivi quindi per acquistare un capo sostenibile non sono pochi, se vi aggiungiamo così anche la certezza di indossare sulla propria pelle vestiti sicuri, realizzati senza sostanze che oltre ad impattare sull’ambiente possono essere nocive anche per la salute.

Vestiti sostenibili: i brand in prima linea

Sono diversi e sempre di più i brand che scelgono la sostenibilità: Adidas, Benetton, H&M, ma anche Zara, hanno realizzato ultimamente linee esclusive. Proprio quella di Zara, una collezione pensata per essere urban e daily, prende il nome significativo di Join Life.

Felpa nera sostenibile Zara
Fonte foto: https://www.zara.com/it/it/join-life-woman-new-in-l2975.html

– Anche il denim diventa trendy e sostenibile: Candiani Denim Store insieme a Triarchy, brand canadese, realizza il primo skinny stretch biodegradabile realizzato con la corema, il primo elastomero biodegradabile, un tessuto brevettato composto di filato di origine vegetale. Da non farsi scappare per questo Autunno!

– E sulla scia must have da avere assolutamente dell’autunno/inverno 2020-2021 come dire di no al cappotto blu navy dall’imbottitura in cashmere di Max Mara, anche questo assolutamente ecosostenibile.

– E per completare il nostro look, manca solo la borsa. Anche quella naturalmente a zero impatto ambientale come quelle proposta da Zoedehuertas, dal taglio contemporaneo e made in Italy.

View this post on Instagram

The Bilbao shopper in dark suede

A post shared by Zoé de Huertas (@zoedehuertas) on

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Il capospalla dei sogni è di Mango e lo indossa Kendall Jenner

Eroine chic e d’altri tempi, l’autunno/inverno 2020-2021 è in mantella