Mino Abbacuccio, la carriera del comico di Made in Sud

Scopriamo insieme la carriera di Mino Abbacuccio, uno dei comici più amati di Made in Sud, che sale sul palco con il suo pupazzo Titì.

chiudi

Caricamento Player...

Mino Abbacuccio è sicuramente uno dei comici più amati e famosi di Made in Sud, il programma condotto da Fatima Trotta, Elisabetta Gregoraci e Gigi D’Alessio, che si esibisce sul palco insieme al suo pupazzo Titì. La carriera di Mino è cominciata quando aveva 19 anni. Essendo appassionato dell’arte di strada, ha cominciato con degli spettacoli di clowneria, magia e giocolieria in strada. Ha conseguito una laurea in economia e commercio, per poi decidere di trasformare la sua passione in professione e dedicarsi così al tempo pieno al cabaret. Già nel 2007, per Mino hanno cominciato a fioccare i premi, tra i quali va citato il Premio Arte Umoristica.

Mino Abbacuccio, i premi più importanti che ha conseguito

Nel 2009 Mino ha vinto il premio del pubblico, della giuria e della critica nel corso della manifestazione Vado al Massimo dedicata a Massimo Troisi. Nello stesso anno, Mino ha vinto il Premio Massimo Troisi e nel 2010 si è aggiudicato il Premio Charlot. Il grande cambiamento è arrivato nel 2009, quando è entrato a far parte del teatro “Sipariando”, salvo poi entrare nel cast della trasmissione che ha come protagonisti attori e cabarettisti del Sud Italia, ovvero Made in Sud.

Mino Abbacuccio, il grande successo con in Made in Sud

Mino Abbacuccio è entrato poi a far parte dei comici di Made in Sud, diventando famoso in tutta Italia. Non si è mai stancato di interpretare il suo ruolo, come ha dichiarato in una recente intervista: “No,non sono stanco,poiché il programma da poco ha raggiunto una dimensione nazionale di telespettatori  ma, in anteprima posso dirvi che accontenterò il pubblico che ci segue da sempre presentando una serie di novità. Titì nasce per caso quando ero nella fase di sperimentazione, ho scelto lei perché essendo giocoliere mi rappresentava di più rispetto ad altri peluche che avevo in camera”.

FONTE FOTO: FB_Mino_Abbacuccio