A breve un miniplayer di Spotify approderà su Facebook e permetterà agli utenti di riprodurre contenuti direttamente dal social.

Il social di Mark Zuckerberg continua è alla costante di ricerca di soluzioni che portino gli utenti a trascorrere sempre più tempo sull’app. Da qui nasce una nuova partnership che ha permesso di aggiungere all’interno di Facebook un miniplayer di Spotify per ascoltare musica (e non solo) direttamente dal social.

Arriva il miniplayer di Spotify

Il sodalizio tra Facebook e Spotify permetterà agli utenti di condividere i loro brani o podcast preferiti sull’applicazione di Facebook. Una volta sul social i contenuti potranno essere riprodotti mentre si scorre il feed delle notizie. Al termine del brano ne seguirà un altro seguendo la riproduzione casuale tipica dell’app di musica dell’azienda svedese.

Spotify
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/musica-sul-tuo-smartphone-spotify-1796117/

Gli utenti potranno sapere in ogni momento quale brano stanno ascoltando perché il miniplayer resterà visibile in basso nell’applicazione. La funzione verrà lanciata all’inizio solo in alcuni paesi tra cui Nord America, Argentina, Giappone, Australia e Brasile. Dopo una prima fase di test l’integrazione del miniplayer arriverà poi anche negli altri mercati.

Facebook amplia i suoi orizzonti

La collaborazione con Spotify è solo la punta dell’iceberg di una strategia più ampia messa in atto dal social di Zuckerberg. I piani di Facebook sono quelli di espandersi sempre più nell’integrazione dei contenuti audio all’interno del social. Nell’ambito di questo disegno l’azienda si sta anche apprestando a lanciare funzioni sempre nuove per tenere testa a social in rapida ascesa come Clubhouse.

social network
Fonte Foto: https://pixabay.com/it/photos/media-social-media-apps-998990/

Si prevede che già da quest’estate, Facebook sarà pronta a lanciare le Live Audio Rooms che permetteranno agli utenti di creare delle stanze in cui parlare anziché chattare. La funzionalità permetterà di organizzare anche veri e propri dibattiti o eventi a distanza con tanto di possibilità di registrare i contenuti.

Contenuti che in questo modo potranno essere ricondivisi in seguito (un po’ come accade con le live video su Twitch o YouTube). Ma non è tutto, perché l’azienda di Zuckerberg pensa anche di introdurre una nuova forma di contenuto audio: i Soundbites. Si tratta di brevi clip audio che potranno essere estratte dalle conversazioni delle Live Audio Rooms e ricondivise.


App per fitness: le migliori con esercizi, circuiti e workout

Cosa significa languishing?