Vi siete mai chiesti il significato di podcast? Molte persone non sanno nemmeno cosa sia. Per rimediare, ecco tutto quello che c’è da sapere!

Cos’è un podcast? Molti se lo chiedono, sebbene sia ormai entrato nella quotidianità delle persone, in particolare chi bazzica le piattaforma musicali come Spotify. E qual è il significato di questa parola e come mai si dice in questo modo? Il podcast non è altro che una trasmissione radio diffusa via Internet, sotto forma di file, che le persone possono sentirsi, tramite un dispositivo elettronico con memoria, quando vogliono e dove vogliono. Andiamo più nel dettaglio, scavando nell’origine del termine!

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

  • Origine: dall’inglese.
  • Quando viene usata: per indicare una trasmissione radio via Internet.
  • Lingua: inglese.
  • Diffusione: globale.

Il significato di podcast e l’origine del termine

Il podcasting è l’insieme delle tecnologie che permettono il download automatico di file, in particolare audio e video, tramite un programma “aggregatore”, ovvero un feed RSS. Sebbene questa definizione tecnica, si può capire che un podcast è un file audio (oppure video o di qualsiasi altro genere, anche se gli audio sono quelli indicati per i podcast nel pensiero comune) che può essere “trasportato” facilmente in un dispositivo elettronico portatile. L’origine del termine è rintracciabile su un articolo apparso sul quotidiano britannico The Guardian, dal titolo Audible Revolution, di Ben Hammersley.

Agli inizi degli anni 2000 il dispositivo in questione era un lettore mp3 oppure un iPod, da qui il termine: podcast è la fusione di “iPod” e di “broadcast”, ovvero trasmissioni su iPod. Oggigiorno i podcast sono dei file audio in cui è possibile ascoltare una trasmissione di natura radiofonica: si possono scaricare dal web o anche solo semplicemente ascoltare sulle piattaforme di streaming musicali.

ragazza musica
Fonte Foto: https://pixabay.com/it/photos/donna-ragazza-cuffie-musica-977020/

Esistono molti tipi di podcast che sono ascoltabili o scaricabili dal web, dalla musica fino ai dibattiti storici, per non parlare del cinema o della cultura in generale. L’offerta è molto ampia, basti pensare che, secondo una ricerca Ipsos del 2020, il 30% degli italiani ha ascoltato almeno un podcast nell’ultimo mese, con un tasso di crescita di 4% in più rispetto all’anno precedente.

Esempi di podcast

Per fare qualche esempio, molte radio italiane si sono dotate di un sistema di podcast, per fare riascoltare o ascoltare in differita i programmi quotidiani che vengono mandati on air, tra questi Radio DeeJay, Radio 105 e moltissime altre.

Inoltre esistono molte piattaforme dove è possibile ascoltare dei podcast, come Spotify, Apple Podcast, Spreaker e Google Podcast tra gli altri.

Altri esempi sono di personaggi importanti che hanno creato un proprio podcast personale, come Jovanotti o lo storico Alessandro Barbero.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/donna-ragazza-cuffie-musica-977020/

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 13-02-2021


Lettera di dimissioni per giusta causa: ecco quando è giusto presentarla

Nasce Vagin: da Bologna il gin contro stereotipi e convenzioni