Le migliori farine senza glutine: dal grano saraceno al kamut


Logo Zalando 190x52

Le farine senza glutine: le migliori alternative alla farina bianca, dal kamut al grano saraceno.

Oggi sono molte le persone che per scelta o per necessità hanno adottato una cucina priva di glutine. Il glutine é  presente nella maggior parte dei farinacei come ad esempio il pane, la pasta e i dolci. Riuscire a trovare delle alternative non é sempre facile, ma oggi grazie a prodotti sempre più sani e bio sta avvenendo una vera rivoluzione nel mondo della cucina. Vediamo, allora, come preparare del pane fatto in casa o dei dolci con farine senza glutine.

Le farine senza glutine: amido, riso e tapioca per una migliore digestione e qualità della vita.

Tra le farine senza glutine quella più utilizzata dai celiaci è quella di mais. In commercio la si può trovare in quasi tutti i supermercati in comode buste da mezzo chilo o più. Il colore é giallo e la consistenza è decisamente diversa da una  farina di tipo 00. Quando si impasta bisogna tenere in considerazione che questa legherà con un po’ più di fatica e quindi il risultato finale sarà un po’ diverso. In alternativa si può utilizzare la farina di tapioca, dalle molteplici proprietà nutritive e altamente digeribile. Si utilizza molto come alternativa al glutine perché può essere impiegato sia nella preparazione di piatti dolci che di piatti salati.
Ottime anche le farine di grano saraceno e di riso. La farina di grano saraceno è un’ottima alternativa alla farina di tipo 00. Il suo sapore è molto intenso, quindi se preparate dei dolci è meglio mischiarla con altre farina più leggere come quella di mais.
La farina di riso ha un ottimo sapore, però lievita molto poco. Per questo motivo non aspettatevi realizzare torte gonfie senza aggiungere lievito o bicarbonato. Per gli amanti dell’impasto classico un ottima proposta è la farina di patate dal gusto semi dolce.