Metodo Adamski: la dieta non dieta per dimagrire

Il metodo Adamski è una dieta che sta diventando sempre più popolare poichè tramite questo regime alimentare si può perdere peso senza sforzi

chiudi

Caricamento Player...

Ritrovare il benessere, l’equilibrio intestinale e raggiungere il peso giusto: da oggi è possibile con il metodo Adamski.

Il metodo Adamski è una dieta che sta diventando sempre più popolare e attraverso questo regime alimentare permette di perdere peso senza sforzi e soprattutto di dire addio alla cellulite una volta per tutte. E’ infatti molto utile a chi ha problemi intestinali, alla pelle e a chi è in sovrappeso.

Occhio di riguardo per l’intestino, il nostro secondo cervello: lo sostiene anche Frank Laporte-Adamski che proprio su quest’organo ha elaborato la sua “dieta non dieta”, un metodo alimentare che punta prima di tutto al benessere del nostro tubo digerente, da cui dipenderebbe molto della nostra salute e addirittura della nostra longevità.

Le regole del Metodo Adamski

-Non associare mai cibi veloci acidi e lenti non acidi: è l’errore più dannoso che possiamo commettere perché innesca il meccanismo di fermentazione ovvero putrefazione dei cibi, provocando gonfiori e gas, rallentando la digestione. Cosa intende per cibi veloci? La frutta, il miele, lo yogurt. Sono da considerare acidi: il pomodoro, la zucca, i meloni, i peperoni e naturalmente tutti gli agrumi. Quindi mai consumare frutta o yogurt durante i pasti ma sempre lontano. No a marmellate o succhi di frutta a colazione, no a salsa di pomodoro sulla pasta, o al succo di limone sul pesce, no al pomodoro anche nelle insalate miste, no alla pizza, alle torte o ai gelati alla frutta.

– Mangiare la frutta solo il pomeriggio quando l’organismo riesce a digerirla nel migliore dei modi senza fermentare troppo

-Consumare molto olio e fibre

-Non consumare più di due proteine diverse a pasto e non fare più di due pasti al giorno a base proteica

-Preferire i prodotti a km 0 e di stagione.