Il rosso, giallo e bianco a righe che identificano i colori di McDonald’s anche nella linea swimwear sostenibile firmata dal brand, che ricicla così le vecchie cannucce.

Se arriverà o meno in Italia ancora non si sa, ma è certo che la linea swimwear di McDonald’s non passa inosservata. E non si tratta di un regalino abbinato all’acquisto di un pack speciale o di un happy meal, ma di una linea esclusiva e sostenibile.

Il famoso re del fast food infatti ha pensato di trarre spunto da una necessità, quella di dover togliere dal mercato le famose cannucce di plastica. Perché allora non riciclare quel materiale per realizzare qualcosa di personale e carino?

I costumi da bagno McDonald’s: una linea anni 80′ style

Costume da bagno intero per lei, telo mare ma anche costume boxer per lui (che in realtà come da tendenza di quest’estate potranno indossare anche le donne), la linea si presenta fresca, giovane e allegra, con le righe che ricordano i colori iconici di McDonald’s. Righe rosse e gialle su bianco che fanno pensare tanto anche agli anni ’80, nonché alle ben note cannucce.

Realizzata interamente con la plastica delle cannucce, presto sostituite definitivamente da quelle di carta, ma anche con materiali e altri scarti di plastica recuperati dall’oceano. Una linea quindi che si presenta sostenibile e dall’appeal accattivante.

Dove acquistare i costumi da bagno McDonalds

Attualmente la linea non è ancora presente in Italia, né ci sono aggiornamenti in merito, se vi sarà o meno un lancio. La collezione infatti è disponibile e in vendita solo presso McDonald’s Austria, il primo a presentare i costumi sul proprio account Instagram.

Chissà che il successo della collezione non riesca a portarla presto anche dalle nostre parti, perché dal mood della campagna e dagli scatti siamo decisamente i’m lovin’ it!

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
strillo

ultimo aggiornamento: 03-08-2020


Il celebre sacchetto Tiffany & Co. ispira la nuova It Bag

Boho chic: come è nata la tendenza che si ispira agli anni ’70