Il conduttore di Non è L’Arena era in collegamento da Odessa quando un attacco dei russi inaspettato, interrompe la diretta creando il panico in studio.

Paura e momenti di tensione per Massimo Giletti che in diretta da Odessa, in Ucraina, è stato interrotto da un attacco dei russi. Spari ed esplosioni cominciano a sentirsi in sottofondo e il giornalista è costretto a correre e trovare riparo per continuare il servizio a Non è L’Arena.

Le dichiarazioni di Massimo Giletti

Sentite i colpi, si sentono nell’aria, la situazione è molto tesa. Non sappiamo cosa sta succedendo, non so quanto tempo possiamo restare fuori. Non c’è stato l’allarme, ora ci stanno facendo cenno che dobbiamo rientrare. Stiamo vivendo un momento di un attacco che non è stato annunciato“. Queste le parole di Massimo Giletti, riportate da Fan Page, che annunciano l’attacco russo. Il conduttore continua: “C’è un attacco, non è stato lanciato l’allarme. Tra qualche istante rientriamo, siamo in un teatro di guerra. È una situazione complicata. Ora devo rientrare, nel luogo dove continuo la diretta“. Il giornalista è stato, dunque, costretto ad interrompere ma ha ripreso in un luogo sicuro e lontano da spari ed esplosioni. Sono stati attimi di panico anche in studio, considerando che non era “prevista” una situazione di questo tipo.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-03-2022


“Ho avuto complicazioni con la mia gravidanza”: Nicole Mazzocato è incinta, l’annuncio social

“Mi ha ricattata, avevo solo 15 anni”: Lulù Selassié lo racconta in lacrime