In una lunga intervista l’ex Miss Italia parla di sé, della sua carriera ma soprattutto di come si sono conosciuti con il marito e della sua maternità.

Martina Colombari, in occasione di un’intervista al Corriere della Sera, racconta un dettaglio inedito su come ha conosciuto il marito Billy. L’ex Miss rivela come ha affrontato la maternità e il suo matrimonio con il calciatore e i pregiudizi su di lei.

Le dichiarazioni di Martina Colombari

Martina Colombari
Martina Colombari

Come riporta il Corriere, Martina Colombari racconta: “Siamo insieme da 26 anni. Ci siamo conosciuti al telefono: stavo parlando con un amico comune, Piero, e Billy quando ha saputo che dall’altra parte c’ero io gli ha strappato di mano la cornetta. Da tempo voleva conoscermi“.

Poi svela i pregiudizi su di lei per il fatto che all’epoca Billy fosse ancora sposato: “Si stava separando e i primi anni che frequentavo San Siro le altre mogli neppure mi salutavano: ero quella che arrivava dopo e per giunta famosa. Forse anche il mio essere un po’ asburgica, precisina, non creava empatia“.

L’ex Miss parla della maternità: “Achille è arrivato quando meno ce lo aspettavamo, avrei voluto un altro figlio, ma non è arrivato. Ho pensato a un affido, questa estate vorrei portare un bambino ucraino a Riccione. Ho cominciato benissimo: mettiti la canottiera, mangia le verdure, niente zucchero, ma poi mi sono persa. Adesso Achi ha i “grillz”, la mascherina-gioiello per i denti. Ieri siamo dovuti tornare indietro in un bar: “Mamma mi sono scordato i denti nel piatto della brioche”.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 25-05-2022


Tragedia per Meghan Markle: il padre è ricoverato in gravi condizioni

Mauro Corona su Nasti e Zaccagni: “All’Olimpico? Una cafonata”