Tra le tisane indicate nella gestazione c’è la malva, scopriamo quali sono le sue proprietà e quali benefici offre la malva in gravidanza.

Durante la gravidanza occorre prestare attenzione alla propria alimentazione ed evitare tutte quelle sostanze che potrebbero costituire un rischio per la salute della futura mamma e del piccolo. Anche quando si parla di erbe naturali occorre ricordare che ci possono sempre essere possibili effetti collaterali, ad esempio non tutte le tisane sono adatte a questo periodo delicato. Oggi vedremo se è possibile usare la malva in gravidanza e quali sono i benefici di questa pianta.

Malva in gravidanza: proprietà

La malva, il cui nome scientifico per indicarla è Malva sylvestris, viene utilizzata soprattutto sotto forma di tisana. Non esistono particolari controindicazioni per il suo utilizzo, ad eccezione di possibili allergie alla pianta stessa. Anche in gravidanza, quindi, la malva può essere utilizzata in sicurezza, ma come altri rimedi è meglio non impiegarla durante il primo trimestre.

Tisana Malva
Tisana Malva

Le proprietà della pianta sono sia emollienti e antiinfiammatorie che digestive, per questo il suo utilizzo è indicato per alleviare vari tipi di disturbo. Tra gli usi più comuni c’è quello di alleviare le infiammazioni delle mucose, le tisane alla malva vengono, infatti, impiegate per ridurre le infiammazioni in caso di tosse, mal di gola e presenza di catarro.

Decotto di malva contro le infiammazioni

Allo stesso tempo, sempre per via delle sue proprietà emollienti, la malva può essere utilizzata per alleviare la presenza di infiammazioni alle gengive e per le afte della mucosa orale. Per sfruttare l’azione lenitiva della pianta si può preparare un decotto da utilizzare per dei risciacqui. Basta porre in acqua fredda fiori e foglie della pianta, portare a bollore e mantenere sul fuoco per circa dieci minuti. Dopodiché bisognerà lasciar riposare il decotto per un quarto d’ora, filtrarlo e utilizzarlo per i risciacqui per ridurre il fastidio provocato dalle afte o dalla gengivite che spesso colpisce proprio le donne in dolce attesa.

Tisana alla malva in gravidanza

La malva può essere utilizzata sotto forma di tisana per il suo effetto calmante e distensivo, ma anche per alleviare disturbi dell’apparato digerente. In particolare può rivelarsi utile per contrastare il bruciore di stomaco e la stitichezza, un disturbo piuttosto comune durante la gravidanza.

ultimo aggiornamento: 04-09-2021


Ansia da primo giorno di scuola: quando a soffrirne sono i genitori

Tisana al finocchietto al neonato: è utile o da evitare?