Durante questi lunghi mesi di pandemia ci siamo spesso posti questa domanda: e tu, come stai?

Tutti i nostri programmi e le nostre abitudini sono stati sconvolti e molti, nel frattempo, hanno deciso di fare un cambiamento importante nella loro vita. Tutto questo stravolgimento ha portato a cambiamenti radicali  ai quali molto spesso ci dobbiamo ancora abituare. Qualche amica ha aggiornato la sua immagine di profilo o copertina sui canali social, condividendo magari la gioia di una dolce attesa. E voi che ci state leggendo, come state?

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Certi equilibri cambiano e non si può fare altro che cercare di adattarsi, altri invece è importante mantenerli, come ad esempio quello della mucosa e della flora batterica delle nostre parti intime.

La cura e la salute del corpo, infatti, integrata ad un’alimentazione equilibrata e attività sportiva, richiede un’adeguata igiene intima per garantire il nostro comfort e benessere generale, soprattutto durante la gravidanza quando il nostro intimo diventa più sensibile ed incline a modificazioni e conseguenti disturbi. E che dire della palestra e delle docce? Per quanto pulite possano essere, infatti, rimangono comunque una potenziale fonte di germi e batteri. Il fastidio intimo quando intenso può arrivare a condizionare non solo il benessere fisico ma persino l’umore. Quando si ha bruciore o prurito intimo alla domanda “tu come stai?” la risposta di solito è “mmm…”. Vediamo quindi come possiamo ovviare a questo comune disagio.

igiene intima

L’igiene intima in gravidanza

Gran parte delle donne in gravidanza rischia di entrare in contatto con batteri o funghi, ecco quindi l’importanza di mantenere una corretta igiene intima. Durante la gravidanza l’area intima diventa più sensibile e quindi più soggetta a sviluppare disturbi e persino malattie. È necessario prestarvi molta più attenzione, anche perché alcune malattie infettive possono addirittura influire sulla salute del feto. In questo periodo anche gli ormoni contribuiscono a modificare l’equilibrio della flora vaginale. Il pH cambia e quindi anche i batteri possono proliferare diversamente e a volte con maggiore facilità.

Cosa puoi fare per prevenire il disagio durante la gravidanza?

  • Fare la doccia anziché il bagno nella vasca: i bagni lunghi non sono consigliati per l’igiene intima poiché ci potrebbero essere diversi microrganismi potenzialmente capaci di risalire attraverso la vagina. Inoltre, è più salutare lavarsi con acqua tiepida e non troppo calda.
  • Utilizzare biancheria intima di cotone: il materiale a contatto con le parti intime dovrebbe assicurare una facile respirazione della pelle, non solo durante la gravidanza. La biancheria intima di cotone è la scelta migliore, specialmente se di colore bianco naturale ovvero non trattato con tinture.
  • Igiene intima dei genitali esterni: La pelle e la mucosa della vagina sono molto più sensibili durante la gravidanza, ecco quindi che bisogna stare molto attenti ai prodotti per l’igiene intima che si acquistano. È importante quindi leggere bene la lista degli ingredienti e prediligere prodotti con un pH che risponda alle esigenze specifiche di questa fase.

Igiene intima in palestra

Se parliamo di un centro sportivo con sale fitness, aerobica, massaggi, sauna, ecc la prima impressione è fondamentale. Il successo di un tale spazio è dovuto per il 50% all’esperienza di professionisti e allenatori mentre per il restante 50% alle condizioni generali della struttura, alla pulizia e al design dello spazio in cui si svolgono tali attività.

Nelle palestre la pulizia è fondamentale e deve essere fatta quotidianamente, con prodotti professionali e appositamente studiati per eliminare i germi. Inoltre, almeno una volta al mese dovrebbe essere effettuata una pulizia generale più profonda, utilizzando sempre prodotti per la pulizia specifici e disinfettanti, adatti ad ogni tipologia di ambiente da trattare.

In palestra, in condizioni di potenziale rischio di contaminazione infettiva, è consigliato quindi utilizzare un detergente intimo opportuno.

A proposito del prurito delle zone intime

Il più delle volte il prurito nella regione intima non è dovuto a cause preoccupanti ma bisogna ricordare che, potendo anche essere un primo sintomo di un’infezione, è sempre opportuno valutare di effettuare una consulenza medica. Il prurito nell’area genitale può verificarsi quando l’equilibrio della flora batterica è compromesso ma anche quando subentra un’infezione o una malattia a trasmissione sessuale. Il trattamento differisce poi a seconda della causa e può essere di tipo locale o sistemico a seconda del caso.

La visita dal proprio medico o ginecologo è quindi imperativa se il prurito è accompagnato da altri sintomi come infiammazione, dolore pelvico e perdite vaginali colorate o dall’odore sgradevole.

Prendersi cura si sé, dedicando più tempo ed attenzione alla propria igiene intima attraverso i prodotti opportuni, diventa quindi rilevante per l’intero nostro equilibrio psico-fisico.

Da Fidia Farmaceutici arriva ora un contributo importante grazie allo sviluppo della linea Hyalo Gyn® Intimo a base di acido ialuronico 0,2% che propone due soluzioni per la detersione intima femminile, particolarmente indicati in tutti i casi di secchezza vaginale in donne di tutte le età. Dermatologicamente e clinicamente testati sotto controllo ginecologico, questi prodotti sono stati formulati in delicata mousse con ingredienti e valori di pH differenziati, proprio per rispondere alle diverse esigenze dei due più delicati periodi di vita della donna, durante i quali i valori di pH vaginali sono differenti: ACTIVE (pH 3.5) per l’età fertile e ADVANCE (pH 4.5) per il pre e post menopausa.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 22-11-2021


Consigli su come avere un glow up

Cosa provoca l’eccesso di aria nella pancia e cosa fare per alleviarlo