Il miglior latte vegetale proteico da inserire nella dieta quotidiana per una carica di energia buona, sana e naturale.

Oggigiorno sono sempre più le persone che preferiscono consumare il latte vegetale al fine di evitare di consumare prodotti di origine animale. Tuttavia, ci sono molti casi in cui si è costretti ad optare per quello vegetale, in quanto si è allergici o intolleranti al latte vaccino. Per latte vegetale si intende dunque una bevanda a base di cereali o frutta secca che non ha niente a che vedere con il latte prodotto dai mammiferi. Scopriamo qual è il miglior tipo di latte vegetale proteico.

Latte vegetale proteico: al primo posto il latte di soia seguito da quello di mandola, avena e nocciola.

Tra le varietipologie di latte vegetale si possono trovare quello di soia, di mandorla, di avena, di nocciola, di cocco, di avena o di farro. Questi sono tra i più comuni e ognuno di loro ha delle proprie proprietà nutritive differenti. Se siete alla ricerca di un latte vegetale ad alto valore proteico optate allora per bevande a base di mandorla, avena, nocciola e soia. Il latte di soia è tra i migliori, in quanto contiene più proteine e grassi buoni e ha inoltre un indice glicemico molto basso. Questo tipo di bevanda è in grado fornire proteine vegetali in grande quantità e quindi è perfetto anche per chi segue diete vegane o vegetariane. Basti pensare che 100 grammi di latte di mandorle forniscono 3 grammi di proteine e che100 grammi di latte di avena 0,5 grammi di proteine. Tra i primi posti troviamo anche il latte di mandorle, molto dolce e zuccherino, che per 100 grammi di prodotto apporta 1 grammo di proteine. A seguire si trovano il latte di farro e di kamut, non molto proteici, ma 1oo grammi di prodotto riescono a fornire 0,7 grammi di proteine.

 

 

 

 

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 05-06-2016


Come conservare carciofi

Cos’è il farro