La ricetta per il succo di melograno fresco

Il metodo semplice e quello semplicissimo per il succo di melograno


Logo Zalando 190x52

La ricetta per il succo di melograno fresco è di una semplicità estrema, se si è disposti a sporcarsi le mani!

Gli strumenti per fare il succo di melograno

Per quanto avere un estrattore di succhi vegetali possa essere considerato il metodo più efficace per estrarre e filtrare rapidamente il succo dalla polpa dei frutti, non è necessario avere un robot da cucina per preparare del succo di melograno fresco.

Ci sono persone che utilizzano lo schiacciapatate per spremere i chicchi di melograno dopo averli sgranati dalla buccia del frutto. Questo metodo risulta lungo e laborioso, inoltre da risultati piuttosto scarsi rispetto al metodo più semplice: lo spremiagrumi.

Stiamo parlando del classico strumento di plastica, spesso estremamente economico, con il quale prepariamo normalmente la spremuta d’arancia.

Sarà necessario inoltre un colino a maglie strette, per eliminare gli eventuali semi (che assunti in dosi massicce possono dar luogo a episodi di diarrea) e le pellicine gialle che avvolgono i chicchi rossi e che darebbero alla spremuta un sapore amarognolo.

La ricetta per il succo di melograno fresco

La scelta dei frutti è un passaggio fondamentale per la preparazione di succo di melograno fatto in casa. Andrano scelti frutti dalla buccia intensamente colorata e gialla soltanto in alcuni punti: questo indicherà che i chicchi all’interno saranno maturi e ben rossi. Non dovranno essere presenti macchie scure e marroni, causate con ogni probabilità da urti che il frutto ha subito durante il trasporto: sotto ogni chiazza marrone i chicchi saranno danneggiati e probabilmente marci.

Si dovrà procedere quindi a sciacquare il frutto e a tagliare la parte del picciolo e quella della corona. A questo punto si dovrà semplicemente dividere il frutto in due metà come se si trattasse di un’arancia o di un pompelmo e si procederà a spremerlo.

Durante questi passaggi sarà opportuno: usare guanti per non ritrovarsi le dita macchiate di giallo, coprire gli abiti con un grembiule (il succo di melograno tinge i tessuti in maniera praticamente indelebile), utilizzare basi di appoggio di acciaio inox e non di legno o di plastica, poiché anche da questi materiali il succo di melograno si elimina con estrema difficoltà.

Una volta estratto il succo andrà filtrato con un colino o con una garza. Potrà essere conservato per qualche giorno in frigorifero e qualche goccia di limone impedirà l’alterazione del colore. Se il frutto era ben maturo non sarà necessario aggiungere zucchero.