La dieta del respiro: di cosa si tratta e chi l'ha inventata

La dieta del respiro: ecco di cosa si tratta e chi l’ha inventata

Miki Ryosuke, attore giapponese, è l’inventore della dieta del respiro. In sole sei settimane ha ammesso di aver perso oltre 10 kg.

Avete presente il detto “vivere d’aria e di amore”, beh c’è una dieta che potrebbe fare al caso vostro. Stiamo parlando della dieta del respiro, ma non fatevi ingannare dal nome, perché non si tratta di un’alimentazione che si basa solo sul consumo di aria. No, tutt’altro. Ma scopriamo insieme di cosa si tratta.

La dieta del respiro: in cosa consiste?

Secondo uno studio sembra che fare dei respiri profondi possa favorire lo scioglimento dei depositi adiposi. Fare dei lunghi e profondi respiri, infatti, farebbe bene all’organismo e porterebbe a bruciare i grassi in eccesso.

Vi siete mai chiesti come mai lo sport riesce a farci smaltire i chili di troppo? Beh la spiegazione è molteplice. Durante l’esercizio fisico, infatti, non solo abbiamo un’eccessiva sudorazione ma anche il modo in cui respiriamo è diverso. Gli atleti, o semplicemente coloro i quali fanno sport, infatti, sotto sforzo fanno dei respiri più profondi e questo, abbinato un allenamento, fa sì che possano essere bruciate più calorie e più grassi.

donna relax divano
donna relax divano

Chi ha inventato la dieta del respiro?

Chi è l’inventore di questa dieta? Sembra che dietro questo studio si nasconda Miki Ryosuke, attore giapponese, che ha ammesso che con questo metodo è riuscito a perdere fino a 13 chili. Ma non è tutto. Ryosuke, inoltre, ha ammesso di aver perso ben 12 centimetri di girovita in ben sei settimane.

Secondo Ryousuke, inoltre, durante questa dieta è possibile mangiare di tutto, nelle giuste quantità. Tutto sta, infatti, nel concedersi ogni giorno un momento da dedicare proprio all’effettuare questi respiri. Se pensate di non avere tempo, beh vi sbagliate di grosso. Basteranno, infatti, dai due ai cinque minuti e dopo qualche giorno potrete notare già i primi risultati.

Affinché la respirazione abbia effetto, però, si dovrà assumere una specifica posizione. Busto dritto, una gamba in avanti e l’altra leggermente più indietro e bisogna far sì che tutto il peso sia sulla gamba posteriore.

Quando si respira bisogna portare le braccia in alto, fin sopra la testa. Bisogna inspirare l’aria per tre secondi ed espirarla per ulteriori sette.

Il lockdown fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

ultimo aggiornamento: 16-06-2020

X