La carriera di Stefano Accorsi

La carriera di Stefano Accorsi: dai piccoli ruoli teatrali ai ruoli da protagonista in film di grande successo internazionale.

chiudi

Caricamento Player...

Stefano Accorsi nasce a Bologna nel 1971 e dopo il diploma nel 1992 viene scelto per interpretare un piccolo ruolo nel film Fratelli e sorelle di Pupi Avati. Quest’esperienza lo segnerà perché da allora decide di iscriversi alla Scuola di Teatro di Bologna, diretta da Alessandra Galante Garrone. Inizia così la carriera di Stefano Accorsi da attore teatrale con la Compagnia del Teatro Stabile dell’Arena di Bologna dove recita in spettacoli classici. Sarà poi grazie allo spot pubblicitario del celebre gelato “Maxibon” nel 1994 che il suo volto diventa popolare sul piccolo schermo. Lo si ricorda infatti, per la sua divertente battuta in un inglese maccheronico che diventerà il tormentone dell’estate: ‘du gust is mel che uan’.

La carriera di Stefano Accorsi: grandi riconoscimenti e interpretazioni indimenticabili in film italiani di grande successo.

Nel 1995 Stefano riesce a conquistarsi il ruolo di protagonista nel film di Enza Negroni, Jack Frusciante è uscito dal gruppo, tratto dall’omonimo romanzo di Enrico Brizzi. A soli 24 anni Stefano si trova a interpretare il ruolo di un giovane ragazzo vicino alla sua età alle prese con le prime delusioni amorose.

Nel 1998 arrivano i grandi successi con Freccia Rossa e Più leggero non basta. Con Freccia Rossa, un film di Luciano Ligabue, Stefano conquista il David di Donatello, il Premio Amidei e il Ciak d’oro come miglior attore protagonista. Nel 2000, invece, Stefano Accorsi diventerà uno dei volti indimenticabili di Le fate ignoranti, di Ferzan Ozpetek. Indimenticabile e strappalacrime la sua interpretazione di Carlo nel film di Gabriele Muccino L’ultimo bacio. Tra i suoi ultimi lavori di successo lo vediamo in Veloce come il vento, conosciuto anche col titolo internazionale Italian Race, diretto da Matteo Rovere, nel ruolo di Loris de Martino.

 

 

 

Fonte immagine copertina: Pagina ufficiale Stefano Accorsi (stefanoaccorsiofficial.com)