Kering rivoluziona Christopher Kane, Bottega Veneta e Brioni

Valzer di nomine e di poltrone tra i principali brand del Gruppo Kering: cambi della guardia al vertice di Christopher Kane, Bottega Veneta e Brioni

Valzer di nomine e di poltrone nel Gruppo Kering, che controlla diversi e conosciuti brand di moda. La più importante riguarda l’avvento di Sarah Crook alla guida della griffe Christopher Kane. Ex strategic brand &  business consultant presso il British Fashion Council e soprattutto ex braccio destro di Stella McCartney, con  cui ha lavorato otto anni dal 2004 al  2012 ricoprendo anche la carica di vice presidente dal 2009, Sarah Crook succede ad Alexandre de Brettes e la sua missione è semplice, chiara e  tremendamente stimolante al tempo stesso: espandere, globalizzare un marchio che fatica a ritrovare uno spazio realmente rilevante a livello internazionale.

Contestualmente, ufficializzate anche la nomina di Carlo Beretta ad amministratore delegato di Bottega Veneta, un’altra controllata del gruppo Kering Luxury-Couture & Leather Goods, e quella di Gianluca Flore alla direzione di Brioni al posto di Francesco Pesci.  Beretta rileva Marco Bizzarri, promosso ceo di Kering Luxury-Couture & Leather Goods dopo che per alcune era stato annunciato come possibile nuovo timoniere del brand di eyewear Luxottica, mentre per  Flore si tratta in realtà di uno spostamento interno al Gruppo. In passato, infatti, aveva trascorso sei anni a Bottega Veneta come presidente della regione americana prima, come direttore retail & wholesale WW e ceo della regione dell’Asia e del Pacifico poi.

Una serie di cambiamenti molto significativi, insomma, per un gruppo che nel 2015 si pone sfide molto ambiziose e che intende incrementare ulteriormente l’espansione di tre  marchi molto conosciuti e affermati come Christopher Kane, Bottega Veneta e Brioni, che – in rami diversi – rappresentano degnamente l’eccellenza nel mercato del lusso. Se Christopher Kane si sta costruendo pian piano una grande credibilità a livello internazionale, Bottega Veneta è invece una delle aziende di moda con l’appeal più elevato, un tempo famosa soprattutto per i suoi prodotti in pelle, oggi protagonista indiscussa anche delle passerelle. Proprio di Bottega  Veneta Marco Bizzarri manterrà la carica di presidente per alcuni mesi, al fianco di Beretta, “al fine – spiega Kering – di  garantire una graduale fase di transizione”. Brioni, infine, è leader nel mercato dell’abbigliamento sartoriale per uomo e vanta clienti illustri come Giorgio Napolitano e José Mourinho.

ultimo aggiornamento: 22-10-2014

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X