Sporta o market bag, la borsa della spesa è riveduta e corretta in it-bag dalle maison ed entra nel nostro best of di borse trendy.

A casa della nonna negli anni ’90 la borsa in plastica dalla fantasia a righe, a quadretti o fantasia che si chiudeva con la cerniera, era un accessorio che non mancava mai: rettangolare o quadrata, la si indossava sempre per portare con maggior comodità la spesa a casa. Magari non ci piacevano tantissimo quelle buste, ma a loro modo erano già un’alternativa trendy alla classica busta di plastica che poteva rischiare di rompersi. E se pensiamo che l’alta moda ha più volte nel corso del tempo preso questa busta iconica e ne ha fatto una it-bag, potremmo rivedere le nostre reticenze e finire per indossare un modello così: una pret a porter che nei casi di praticità e comodità può essere una borsa salva look.

La sporta della spesa piace agli stilisti: da Philosophy a Jil Sander è una trendy bag di lusso

Le maison quindi rubano ispirazione, texture e modelli dalle famigerate market bag e le trasformano in it-bag maxi o mini. Nel 2011 Balenciaga che sa come spingersi sempre oltre, trasformò la famosa Frakta di Ikea in una maxi bag in pelle da 1700 euro, uno dei quei modelli che per i fashion addicted sono reliquie esclusive da custodire gelosamente.

Quest’anno invece la più fedele ma decisamente pop e contemporanea è la it-bag in pvc verse trasparente by Philosophy decorata con una briosa emoticon gialla. Il costo è di 150 euro ma la trovate scontata sul sito della Rinascente. Non manca però anche la versione più estiva in crochet a forma proprio di busta dal prezzo di 185 euro e disponibile sul sito della maison, più glam invece il modello in naplak in glicine e griffata, che si trasforma anche in una tracolla.

La tendenza di questo 2022 si muove ad ogni modo verso il mini e il minimal: a contraddistinguere la sporta in versione chic sono frasi, loghi o griffe del marchio, come nei modelli essenziali di Jil Sander che realizzare una shopper flat in lino e cotone dai manici in pelle. Il costo è di 490 euro.

La market bag pret a porter low cost: le proposte di Zara e Bershka

Anche i brand del fashion retail non potevano che cogliere la tendenza ed interpretarla in versione low cost, a partire dai modelli a righe formato cesta di Zara, che riprendono il trend della borsa della spesa in paglia, ma anche quella a secchiello in iuta, morbida e pratica sia nelle versione Handbag che a tracolla. I prezzi vanno dai 20 euro ai 50 delle borse in paglia, variabili a seconda delle dimensioni.

Bershka declina la borsa a rete della spesa in un modellini rafia p crochet, decorate con scritte dal sapore estivo nella classica texture beige ma anche in colori vitaminici o multicolor. Modelli perfetti da indossare in spiaggia ma anche come bag pret a porter da sera.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-06-2022


L’abito da sposa 2 in 1, dalla cerimonia al rinfresco: il modello che si trasforma è la nuova tendenza

Aria d’estate, tempo di mules! Sexy, comfy o chic, sono il modello passepartout che si addice ad ogni outfit