La piattaforma di viaggi WeRoad ha acquistato un’isola Covid free… peccato che si tratti solo di un pesce d’aprile.

Dimenticarsi della pandemia, del distanziamento sociale e delle mascherine ai tempi attuali sembrerebbe un sogno, eppure è nata proprio da questa esigenza l’idea di WeRoad, il tour operator che ha acquistato un’intera isola per poter organizzare dei viaggi in totale sicurezza. L’unica pecca? Pare si tratti soltanto di un pesce d’aprile ma che aveva uno scopo ben preciso. Ecco quale.

Un’isola Covid free nel mediterraneo

Il settore dei viaggi e del turismo è stato uno di quelli maggiormente colpiti dal Covid ed è anche lo stesso, che necessita di ripartire al più presto e in totale sicurezza. WeRoad ha così diffuso la notizia dell’acquisto di un’isola privata nel Mediterraneo in cui sarà possibile organizzare viaggi di gruppo per tutti quelli che hanno bisogno di prendersi una pausa da Covid, restrizioni e DPCM vari. Il soggiorno è previsto per gruppi di massimo 15 persone con obbligo di tampone in entrata e in uscita senza restrizioni sull’isola.

Vacanza tranquilla
Vacanza tranquilla

Location segreta per l’isola

La location dell’isola è segreta e solamente ai partecipanti saranno forniti i dettagli del porto da raggiungere. Sull’isola sono previste diverse aree: la zona Zen con amache e lezioni di yoga, l’area Fun dedicata invece al divertimento, Party Arena dove organizzare falò sulla spiaggia e The Wild Side dove si potrà riscoprire il lato più selvaggio di sè e vivere una vera esperienza da naufraghi. L’isola è stata costruita da zero con rocce e sabbia, seguendo il modello ingegneristico dell’arcipelago The World, al largo della costa di Dubai.

La notizia di quest’isola privata è diventata virale in pochissimo tempo ed è stata creata ad hoc per mettere in risalto l’urgenza delle riaperture del settore turistico in vista dell’arrivo dell’estate. Un pesce d’Aprile che è particolarmente riuscito.


Zona rossa e arancione: i colori delle regioni e le nuove regole

Yahoo Answers sta per chiudere: ecco quando succederà