Quali sono i sintomi tipici dell’intolleranza al lattosio e con quali esami ci si può accertare di avere questa intolleranza?

L’intolleranza al lattosio è una condizione piuttosto diffusa e secondo le statistiche interessa all’incirca il 40% della popolazione nel nostro paese. Questa condizione è dovuta all’incapacità del nostro organismo di digerire il lattosio e può manifestarsi sia durante l’infanzia che nell’età adulta. Vediamo da cosa dipende esattamente questa intolleranza e quali sono i sintomi che aiutano a riconoscerla.

Intolleranza al latte: da cosa dipende?

Innanzitutto partiamo col dire che l’intolleranza al lattosio si può presentare in maniera differente da persona a persona. Il problema deriva proprio dalla capacità di digerire il lattosio, ovvero uno zucchero contenuto nel latte e nei latticini. Affinché il lattosio venga digerito deve esserci l’azione di un enzima, la lattasi, che si trova nell’intestino tenue. In alcune persone, però, questo enzima è carente o in alcuni casi completamente assente. Proprio in base al grado di deficit di questo enzima l’intolleranza può avere una forma più o meno accentuata.

lattosio formaggi latte
lattosio formaggi latte

Come abbiamo detto l’intolleranza può comparire a qualsiasi età e in alcune circostanze può anche dipendere da problemi temporanei, per esempio manifestarsi in seguito a patologie dell’intestino o a trattamenti con antibiotici. Quando si manifesta già nei neonati è possibile che i sintomi compaiano già durante l’allattamento. Per diagnosticare correttamente l’intolleranza viene eseguito il breath test o test del respiro.

Intolleranza al lattosio: sintomi

Nel caso di intolleranza al latte i sintomi tendono a manifestarsi entro poche ore dai pasti e includono gonfiore e dolore addominale, meteorismo, flatulenza, diarrea o stitichezza. Che legame c’è tra intolleranza al lattosio e sintomi sulla pelle? In alcuni casi possono anche comparire eruzioni cutanee associate a prurito, anche se questa manifestazione si verifica più spesso in associazione all’allergia al latte.

Quando si accerta l’intolleranza il metodo migliore per affrontarla è quella di ridurre il consumo di latte e dei suoi derivati. Per non dover eliminare il latte dalla dieta si può ricorrere al consumo di latte delattosato e alimenti senza lattosio. C’è da notare anche che i formaggi stagionati tendono ad essere bene tollerati.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 08-01-2022


Da cosa dipende l’allergia al gatto?

Cosa fare quando si ha un occhio “che balla”?