I consigli di Carla Gozzi, intervistata in esclusiva da Donna Glamour, sulle tendenze moda di questo autunno inverno

Carla Gozzi, intervistata in esclusiva da Donna Glamour, svela alle nostre lettrici quali sono le tendenze moda autunno inverno 2014/2015 e quelle che saranno la prossima primavera estate 2015.

chiudi

Caricamento Player...

Sappiamo che hai partecipato alla settimana della moda di Milano: vogliamo chiederti quali saranno le tendenze per la prossima primavera estate 2015 e quali sono state le tue impressioni? Le prime impressioni sono state positive perchè c’è molta voglia di colore. Sulle passerelle hanno sfilato modelle che indossavano abiti dai colori più disparati che trasmettevano molta energia: dall’azzurro sky al giallo limone, il verde chartreuse. Colori veramente molto molto accesi. Sulle passerelle non è mancata la femminilità: gonne, abiti, linee couture, tacchi, stiletto anche però con vicino calzature più semplici, più sportive e da tutti i giorni. Nella seconda parte della fashion week dove hanno sfilato i big si è vista una grande ricerca dei materiali, ricerca dei tessuti unici con i tessutai magari appartenenti anche alla nostra storia italiana. Se la stagione scorsa i capi erano prevalentemente ricamati o decorati questa stagione  si è puntato moltissimo sul tessuto che è proprio una nostra eccellenza italiana.

Quali sono gli stilisti che si sono distinti per la loro originalità alla Milano Fashion Week? Degna di nota Stella Jean molto colorata, molto mix and match (uno stile quasi caraibico), molto divertente, giovane. De Vincenzo ha presentato una collezione di grande ricerca originalità e Pucci che ha sfilato uno degli ultimi giorni.

Leggi anche Stella Jean, la regina dell’etno chic veste comodo e guarda la Sfilata Emilio Pucci primavera estate 2015 alla Milano Fashion Week

Quali sono invece le tendenze moda autunno inverno 2014/2015 e cosa non può mancare nel nostro armadio? Per rinnovare il nostro armadio quest’autunno inverno lo stivale fa il suo ingresso, in particolare lo stiletto ovvero lo stivale alla caviglia. I colori che andranno di moda sono molto british come ad esempio il color mostarda, verde pino, cipresso e blue moon. Grande ritorno delle drappe, dei mantelli, dei cabane militari con un sapore couture e un po’ glam. Un inverno pieno di novità visto che sono colori che era da un po’ che non si vedevano in giro. Una buona occasione per fare tanti nuovi acquisti! Per quanto riguarda le acconciature parliamo di bobtail lungo quindi capello lungo che arriva fino quasi alle spalle, prevalentemente liscio con frangetta o frangia laterale. Per quanto riguarda il make up invece parliamo di contouring, quindi il trucco c’è ma non si vede, composto da luci ed ombre, con delineatura delle sopracciglia, un bellissimo eyeliner abbinato ad un mascara super super volumizzante.

“Ma come ti vesti”, il programma che conduci con Enzo Miccio, è ricominciato da poco. Raccontaci le novità del programma. E’ stato molto bello ricominciare il programma perchè abbiamo trovato casi di donne che avevano molto bisogno di noi e soprattutto le trasformazioni sono legate ad un restyling molto naturale. Abbiamo cercato di mantenere le caratteristiche principali delle ragazze che hanno partecipato, non stravolgendole completamente ma mantenendo la loro personalità.

Leggi anche: Enzo Miccio e Carla Gozzi vincono il premio “Conchiglia d’oro”

Quali sono le tipologie di clienti che si affidano alla personal shopper? La mia figura si è trasformata da personal shopper a consulente di stile, non solo facciamo shopping insieme ma molto spesso le mie clienti vengono nel mio atelier e quindi su di loro cominciamo a creare tutto uno studio sulla fisicità, sulla colorimetria e quindi con me cominciano a conoscersi. L’idea è che poi loro autonomamente possano fare shopping conoscendo tutti i segreti per valorizzarsi. Ci sono poi altre clienti che amano fare shopping e con loro ci aggiriamo per i negozi alle ricerca di capi e mise che magari da sole non avrebbero mai provato sempre accompagnate dalle mie collaboratrici che le coccolano rendendo questo momento ancor più bello.

Leggi anche: Moda Pret-à-Cliquer: Il volto social di Carla Gozzi

Come sono cambiati i clienti della personal shopper? Sono molto più preparati e decisi grazie anche alle informazioni sulla moda che impazzano sui Social Network? I social network sicuramente hanno influenzato le persone ma quello che noi facciamo è aiutarle a capire quello che si adatta meglio al loro fisico e quel punto i social si fermano. Possiamo prendere spunto di brand nuovi, di stili e di look ma poi c’è sempre la verifica da fare davanti allo specchio in un camerino di un negozio, con la propria consulente di immagine o con la propria personal shopper. Questo è un passaggio obbligato. Senza dubbio i social network ci danno informazioni utili per uno shopping più deciso e mirato.

Com’è stato per te passare dalla rivista cartacea alla tecnologia? Per me forse è stato meno scioccante che per altri miei colleghi perchè ho sempre praticato una professione che ho gestito molto via rete perchè lavorando all’estero era l’unico modo per poter comunicare con tutto il mondo e con tutti i fusi orari possibili.

La Redazione di Donna Glamour ringrazia Carla Gozzi e Bottega dei Segni per l’intervista.