Secondo gli esperti le azioni della Famiglia Reale potrebbero avere effetti sfavorevoli, soprattutto in USA.

Guai in vista per la Royal Family, soprattutto per Andrea Duca di York, terzogenito della Regina Elisabetta II e del Principe Filippo, venuto a mancare diversi mesi fa. Il principe Andrea è stato infatti denunciato da una donna, di nome Virginia Giuffre, di violenze sessuali. Virginia, che oggi ha 38 anni, afferma di essere stata violentata all’età di 17 anni per tre volte da lui. La denuncia è stata presa in carico dal Tribunale di Manhattan e successivamente indirizzata al principe, che però, al momento della consegna non si trovata al Royal Lodge come di consueto.

La biografa ed esperta della famiglia Windsor, Katie Nicholl, racconta a True Royalty TV che in quel momento Andrea, probabilmente consapevole di ciò che stava per accadere, si era recato insieme alla Regina nel castello di Balmoral, in Scozia. Molti hanno interpretato il fatto come un tentativo di protezione di Elisabetta verso il figlio.

Infatti, i tabloid stanno lasciando trapelare che la Regina stia sostenendo economicamente Andrea di York per affrontare il processo e le accuse, giacché lui non sembra avere nessuna risorsa finanziaria. Se le voci venissero confermate, sempre secondo l’esperta Nicholl, la Famiglia Reale recherebbe un danno gravissimo alla propria immagine, soprattutto in questo momento storico in cui la lotta contro le violenze sulle donne si fa sempre più forte.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 09-10-2021


Francesca Michelin: “Dallo psicologo dovremmo andarci tutti”

Confessione shock di Bebe Vivio: “Alle paralimpiadi svenivo dopo le gare”