Idee per un weekend culturale a Firenze ad aprile

I siti di maggiore interesse culturale di Firenze sono concentrati in un’area circoscritta. Con un solo weekend a disposizione, generalmente si visitano i grandi classici della città tralasciando alcune chicche che vale la pena non farsi scappare

chiudi

Caricamento Player...

Ecco alcune idee per un weekend culturale a Firenze ad aprile

Oltre ai punti di interesse più celebri di Firenze, come gli Uffizi, l’Accademia e il Duomo, vi consigliamo di visitare alcuni luoghi meno “battuti”, come Palazzo Pitti e le sue magnifiche collezioni, la Basilica di Santa Maria Novella, la Cappella Brancacci, il Museo di San Marco e il Battistero.

Se invece volete seguire un itinerario classico potete partire, il primo giorno, da Piazza del Duomo, con la cupola del Brunelleschi, il Battistero con la Porta del Paradiso e il Campanile di Giotto. In Piazza della Signoria si trova il Palazzo Vecchio, sede del comune cittadino, e la Loggia dei Lanzi con la statua di Benvenuto Cellini, la Fontana del Nettuno di Ammannati e il monumento equestre di Cosimo I del Giambologna. Proseguendo in via Calzaiuoli soffermatevi a osservare la Chiesa di Orsanimichele, caratterizzata da una struttura architettonica con statue che adornano la facciata, opere di Donatello, Ghiberti e Verrocchio. Da Palazzo Vecchio si può proseguire per la Galleria degli Uffizzi, che richiede una visita di almeno due ore, con una grande collezione di magnifiche opere del Rinascimento.

Il secondo giorno del weekend può iniziare con una visita a Palazzo Pitti, il Giardino di Boboli e la Chiesa di Santo Spirito. Quest’ultima, costruita dal Brunelleschi, è caratterizzata dal giallo della facciata. In Piazza San Lorenzo si può visitare l’omonima chiesa e le Cappelle Medicee, dove sepolti i membri della famiglia Medici. A fine giornata raggiungete Piazzale Michelangelo, sulla prima collina dopo l’Oltrarno, regala la migliore vista sui punti di attrazione di Firenze.