I rimedi della nonna contro le scottature

Cetrioli e altri alleati

chiudi

Caricamento Player...

I rimedi della nonna contro le scottature sfruttano elementi presenti in ogni casa e in ogni frigo e sono davvero efficaci per le piccole scottature.

Ortaggi e verdure

Il cetriolo ha grandissime proprietà idratanti e lenitive per la pelle, particolarmente adatte al viso. Generalmente si utilizzano fettine di cetriolo da mettere in posa sulla parte arrossata, tuttavia per ottenere un effetto più efficace e più rapido si può frullare il cetriolo e poi schiacciarne la polpa in un colino a maglie fitte per ottenerne il succo. Con il succo si procederà a tamponare delicatamente le zone interessate dal rossore.
Il melone è un frutto estivo che oltre ad essere estremamente dissetante può esserci estremamente utile anche nel caso di piccole ustioni o eritemi. Si procede alla stessa maniera del cetriolo, ottenendo dalla polpa il succo che dovrà essere steso sulle parti arrossate con batuffoli di cotone o garze sterili. Il melone migliore da cui estrarre un succo lenitivo è quello a polpa verde.

La lattuga non manca quasi mai in casa, soprattutto d’estate. L’avremo quindi probabilmente a portata di mano in caso di scottature solari. Basterà bollire un paio di foglie di lattuga e, quando il decotto sarà raffreddato, utilizzarlo per inzuppare cotone o garze da applicare sull’ustione.
Le patate, tagliate a fettine sottili e messe a contatto con la pelle bollente assorbiranno il calore ed assicureranno un gran senso di sollievo.

I rimedi della nonna contro le scottature: aceto e camomilla

La camomilla è uno dei lenitivi più utilizzati in erboristeria e sicuramente è tra le erbe più diffuse nelle case di tutto il mondo. Si tratterà di preparare una normale camomilla molto concentrata e lasciarla raffreddare. Andrà distribuita sulla pelle ustionata grazie a batuffoli di cotone o garze.
L’aceto ha una forte azione rinfrescante e lenitiva. Diluendolo con poca acqua si potrà ottenere una lozione da applicare sulle parti interessate dall’eritema. Chi non gradisce l’odore del comune aceto di vino bianco può sostituirlo con aceto di mele. Intiepidendo l’aceto di mele e sciogliendovi una piccola quantità di miele si uniranno alle proprietà rinfrescanti del primo quelle antisettiche del secondo.