I giochi on line per bambini

Videogiochi semplicissimi con tantissimi temi

chiudi

Caricamento Player...

I giochi on line per bambini si sono moltiplicati esponenzialmente negli ultimi anni e i piccoli ne sono per lo più entusiasti. Per quanto i genitori possano essere felici del fatto che i bambini si intrattengano praticamente da soli, ci sono delle controindicazioni.

I rischi della generazione touch

I bambini nati negli ultimi 3 o 4 anni vengono esposti praticamente fin dai primi mesi di vita all’interazione con dispositivi elettronici interattivi, come smartphone e tablet. Questo fa di loro la cosiddetta Generazione Touch, ovvero la prima in grado di comprendere e di utilizzare a livello intuitivo la tecnologia touch dei moderni device.
Questo è possibile soprattutto perché il senso con cui i bambini interagiscono maggiormente con il mondo nei primi mesi di vita è il tatto e in seconda analisi perché i colori vivaci, gli stimoli visivi e sonori che si generano sul tablet attirano moltissimo l’attenzione dei più piccoli.

Non tutti i pediatri però sono entusiasti di una così precoce esposizione dei bambini a schermi luminosi: non è escluso che a lungo andare questo possa provocare un peggioramento della vista dei bambini. Inoltre, dal momento che non sappiamo ancora con precisione quali sono le conseguenze di una prolungata esposizione alle onde elettromagnetiche, sarebbe meglio evitare l’esposizione dei bambini a dispositivi con connessione wi – fi e 3G.
In ultima istanza, l’uso frammentato dell’attenzione che comunemente chiamiamo multitasking potrebbe causare in bambini così piccoli disturbi dell’attenzione a cui si andrà incontro negli anni successivi.

I giochi on line per bambini

I giochi on line non vanno demonizzati in assoluto, soprattutto se i bambini vengono seguiti da un adulto mentre li utilizzano. Possono trasformarsi in un’occasione di apprendimento, di miglioramento della coordinazione nel bambino e di condivisione tra bambino e genitore.
Esistono moltissimi giochi on line per bambini, destinati a bimbi molto piccoli o già più grandicelli, con temi specifici (animali, torte, personaggi), pensati per piacere a femminucce o a maschietti, infine giochi didattici focalizzati sulla conoscenza di lettere e numeri.