Gli integratori di minerali nella dieta

Dieta e stanchezza vanno spesso a braccetto. Con l’arrivo delle bella stagione si tende a ragionare in un’ottica di “rimettersi in forma”, spesso seguendo regimi alimentari non propriamente corretti. E con il caldo la situazione diventa più complicata a causa delle maggiore perdita di liquidi

chiudi

Caricamento Player...

Dieta e attività fisica possono portare a una debolezza muscolare, causata da un repentino abbassamento di potassio e magnesio. Ecco allora che può essere utile introdurre nella dieta un “ricambio” con gli integratori di minerali. Sodio, cloro e potassio sono infatti necessari per regolare l’equilibrio del nostro corpo. Integratori di minerali come il magnesio e il potassio interagiscono in un gran numero di reazioni metaboliche che producono l’energia necessaria al corpo, andando ad agire sul funzionamento dei muscoli e del sistema nervoso.

Non trascurare magnesio e potassio

Nelle diete i sali minerali vengono spesso considerati con superficialità. Questo è scorretto, perché danno un contributo fondamentale a molte funzioni fisiologiche. Se siamo a dieta è facile che le quantità di minerali introdotte nel corpo non siano sufficienti, soprattutto nei periodi in cui si suda maggiormente. La carenza di potassio è spesso provocata anche da una carenza di magnesio; questi due elementi andrebbero assunti per evitare la sensazione di stanchezza e affaticamento, permettendo di affrontare la dieta in modo salutare.

Gli integratori di minerali consigliati durante la dieta

Durante il regime dietetico è consigliabile l’utilizzo di alcuni tipi di integratori minerali, come integratori salini a base di magnesio gluconato, magnesio ossido e magnesio citrato. La presenza del magnesio contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e del sistema muscolare. Si possono anche scegliere, in alternativa, integratori che associano acido folico, vitamine e minerali come calcio, ferro, magnesio, cromo, potassio e rame. Questa combinazione è consigliata soprattutto se chi segue la dieta è in una fascia di età over 50.