Giornata mondiale della Salute: il diabete preoccupa

Il 7 Aprile è la Giornata mondiale della Salute, incentrata soprattutto sulla preoccupazione dell’Oms per l’incremento del diabete

chiudi

Caricamento Player...

Il 7 aprile 2016, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha deciso di dedicare la Giornata mondiale della Salute al diabete, una malattia che pare colpisca 350 milioni di persone in tutto il mondo: da ciò che riporta liguriaoggi.it, sembrerebbe che il numero di malati sarà destinato a raddoppiare nei prossimi 20 anni. L’obiettivo della giornata è quello di aumentare la prevenzione e rafforzarne la cura di questa brutta malattia: una buona parte di questi casi infatti,  potrebbero essere prevenibili. Fondamentale è controllare il proprio regime alimentare e dedicarsi all’attività fisica: in questa data inoltre, si celebra anche il 68esimo compleanno dell’Oms, fondato a Ginevra nel 1948.

Giornata mondiale della Salute: il diabete è in aumento

Da quello che riporta Vanityfair, sembrerebbe che l’ultimo rapporto dell’International diabetes federation, l’Idf Diabetes Atlas diffuso lo scorso autunno, parli molto chiaro.

I morti per questa patologia nel mondo, sarebbero cinque milioni all’anno: un numero superiore alla somma di quelli causati da Aids, malaria e tubercolosi.

Sempre da ciò che afferma il sito online, al di là delle cifre pare che l’aspetto più preoccupante è che quasi la metà delle persone non avrebbe ancora ricevuto una diagnosi: sembrerebbe inoltre che l’Italia sia tra i paesi che spendono di più per la cura del diabete.

Circa 12 miliardi di dollari l’anno secondo le stime dell’Idf, indubbiamente una cifra davvero considerevole: al vertice però, pare ci siano gli Stati Uniti e Cina seguiti da Germania, Giappone, Brasile, Francia e Canada.

Se il diabete non si cura nel modo giusto, le condizioni potrebbero complicarsi notevolmente: pare possa portare a disturbi cardiaci, cecità, insufficienza renale e amputazioni.

Fondamentale è informarsi e cercare di prevenire questo disturbo: la Giornata mondiale della Salute, sicuramente sarà in grado di aprire gli occhi a molte persone.

Fonte copertina: Pinterest