Silvia Provvedi: Giorgio De Stefano arrestato in una retata

Giorgio De Stefano in manette: il messaggio di Silvia Provvedi

Il compagno di Silvia Provvedi, Giorgio De Stefano, è stato arrestato all’alba del 24 giugno in un’operazione di polizia contro la criminalità organizzata.

Da poco è diventato papà: stiamo parlando di Giorgio De Stefano, che tutti hanno imparato a conoscere con lo pseudonimo di Malefix così come Silvia Provvedi lo chiamava all’interno della casa del Grande Fratello Vip. Ma in un attimo tutto è cambiato. In un’indagine della procura antimafia di Reggio Calabria è finito in manette lo scorso 24 giugno anche De Stefano, che si è scoperto essere il figlio illegittimo del Boss Don Paolino De Stefano. La reazione di Silvia? Un post in cui si è detta fiduciosa nella magistratura.

Silvia Provvedi: il compagno arrestato

Una vera e propria doccia fredda per Silvia Provvedi e la sua famiglia. Da poco era tornata a casa, e ancora felice per la nascita della sua primogenita si è vista la polizia alla porta pronta a mettere le manette al suo compagno.

De Stefano, conosciuti da tutti come un imprenditore, si era trasferito a Milano. Nell’operazione, denominata proprio Malefix dagli investigatori, a finire nei guai sono state altre ventuno persone tra cui anche il fratello di Giorgio.

Nel 2019, inoltre, proprio sulle pagine de Il Corriere della Sera, si era parlato di De Stefano e del suo essere figlio illegittimo del boss Paolo De Stefano, di cui solo in un secondo momento ha preso il cognome.

I reati a lui contestati, così come alle altre persone coinvolte nell’arresto, sono di associazione mafiosa, estorsioni in danno di imprenditori e commercianti, detenzione e porto illegale di armi, aggravati dal metodo e dalla agevolazione mafiosa.

Silvia Provvedi e Giorgio De Stefano
Fonte foto: https://www.instagram.com/team__ledonatella/

Silvia Provvedi: il messaggio social

Dopo qualche giorno di silenzio, Silvia ha deciso di scrivere un messaggio per Giorgio.

“Ritengo doveroso dover dire due parole alle tantissime persone che mi vogliono bene e che mi stanno esprimendo solidarietà. Vi ringrazio di cuore davvero tutti. Non parlerò più di questa triste vicenda che ha coinvolto me e tutta la mia famiglia fino alla conclusione delle indagini , perché penso sarebbe una mancanza di rispetto nei confronti di una magistratura in cui ho sempre creduto e in cui credo tuttora. Al mio compagno Giorgio rinnovo sempre di più il mio amore e la mia vicinanza”.

7 minuti al giorno per un corpo da favola! Scarica QUI la scheda.

ultimo aggiornamento: 29-06-2020

X