Giochi per bambini da fare al chiuso

Ovvero intrattenere piccole pesti senza distruggere la casa

chiudi

Caricamento Player...

Giochi per bambini da fare al chiuso? Sono l’anima di qualsiasi festa e vanno immaginati e pensati con anticipo.

Un gioco da fare durante le feste: la corsa dei granchi

Una festa senza palloncini non è una vera festa, quindi perché non renderli protagonisti di un gioco che tenga impegnati i bambini per un po’? Si dividono i bambini in due squadre che dovranno essere formate da un numero pari di giocatori. I bambini di ogni squadra vanno ulteriormente divisi in coppie (scegliendo bambini che siano grossomodo della stessa altezza) e alla prima coppia di ogni squadra va affidato un palloncino. Tenendo il palloncino con la fronte e senza poterlo toccare con le mani, ogni coppia dovrà percorrere un breve tragitto e tornare indietro, quindi dovrà passare il palloncino alla coppia successiva (le mani potranno essere usate solo in questo momento).
Il palloncino dovrà fare il giro di tutte le coppie di ogni squadra tre volte, vince la squadra che completa il percorso per prima e senza far cadere il palloncino. Se il palloncino cade, il gioco si interrompe e la squadra che lo ha fatto cadere ha automaticamente perso.

Giochi per bambini da fare al chiuso con un po’ di musica

Il vecchissimo gioco delle sedie è intramontabile. Si mettono a disposizione un numero di sedie pari al numero di partecipanti del gioco meno uno. Si fa partire la musica, i partecipanti ballano. Quando la musica si interrompe, tutti i partecipanti devono cercare di accaparrarsi una sedia, chi rimane in piedi viene eliminato così come verrà eliminata una sedia. La musica ricomincia e i partecipanti riprendono a ballare fino a che la musica non verrà interrotta e sarà eliminato un altro bambino. Il gioco finisce quando rimane un solo vincitore.
Reggimoccolo è un gioco che si fa con una candela spenta e con un numero dispari di bambini. Si sceglie qualcuno da bendare che controlli la musica. Si formano delle coppie e si elegge il primo reggi moccolo. Parte la musica e le coppie cominciano a ballare. Reggimoccolo tocca la spalla di un ballerino, che dovrà prendere la candela, contare fino a cinque, quindi toccare la spalla di un altro ballerino e prenderne il posto. Quando la musica si sarà fermata chi è rimasto con la candela in mano dovrà pagare pegno.